home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, per il restyling dei rioni 13 milioni dal Cipe

Il Comune ottiene i fondi Ue per riqualificare i quartieri di Grottasanta e della Borgata Santa Lucia

Siracusa, per il restyling dei rioni 13 milioni dal Cipe

SIRACUSA - Si compiono passi concreti per il trasferimento del comando della polizia municipale nella parte non utilizzata della scuola di via Algeri alla Mazzarrona. Un progetto che era stato annunciato a più riprese dall’amministrazione comunale per realizzare il quale era necessario si attivasse uno specifico capitolo di finanziamento. E adesso c’è la certezza che i fondi arriveranno al Comune di Siracusa attraverso il Cipe che ha di fatto finanziato 9 progetti di riqualificazione urbana
per Siracusa nel programma straordinario per il recupero delle periferie.


Si tratta della somma di oltre 13 milioni di euro che arriveranno da Roma da investire nei rioni con situazioni di degrado urbano e sociale. La città capoluogo, infatti, è stata inserita al pari di altri 120 comuni nel bando lanciato alla fine del 2015 dalla Presidenza del consiglio dei ministri. A disposizione di questi comuni c’è una somma di circa 800 milioni, deliberati venerdì scorso dal Cipe.


Sono stati firmati i protocolli d'intesa con i primi 24 comuni e città metropolitane che stanno usufruendo di 500 milioni previsti nella legge di stabilità 2016. Siracusa, come le rimanenti 95 città, accederà ai finanziamenti europei e firmerà il protocollo nella prossima tornata. Poi ci saranno 60 giorni di tempo per i progetti definitivi e 60 per quelli esecutivi, che significa la piena operatività degli interventi.


Bisogna adesso attendere la pubblicazione della delibera Cipe sulla Gazzetta ufficiale prima di vedere il reale finanziamenti di tutti i progetti previsti che confluiscono in un unico masterplan, redatto dall'Ufficio comunale alle Politiche innovative, coordinato dall’architetto Giuseppe Di Guardo, con la collaborazione dello Smart Lab.


Per entrare nel dettaglio dei singoli interventi, sono sostanzialmente due i quartieri che beneficiano dei fondi e sono Grottasanta e la Borgata Santa Lucia. Complessivamente costeranno 17 milioni 647 mila euro; di questi, 13 milioni 178 mila arriveranno da Roma, i restanti 4 milioni 669 mila saranno la quota di compartecipazione a carico dell’Ente.


«Una scelta strategica – afferma il sindaco, Giancarlo Garozzo – che ci ha consentito di scalare la classifica e di rientrare nel secondo gruppo di città. Contribuiamo nella misura del 25 per cento del totale, ma parte di questa quota di compartecipazione arriverà dalla Regione e quindi non graverà sulle casse comunali. Ciò ci consentirà di anticipare i tempi nell'avvio degli interventi anche perché i 9 progetti sono per noi immediatamente cantierabili».


«La cosiddetta centralità delle periferie - continua Garozzo - è per noi un punto fermo dell’azione amministrativa e ci consente di riaccendere i fari su rioni dimenticati da anni. Lo stiamo facendo ascoltando le esigenze di cittadini, che non chiedono solo riqualificazione edilizia ma anche spazi di socializzazione».


Una buona fetta dei finanziamwenti sono dedicati a interventi a Mazzaqrrona. Oltre al recupero della scuola di via Algeri che diventerà il comando della Polizia municipale e, dunque, un presidio di legalità, è prevista la realizzazione di un parco diffuso per sport e gioco, un’area da destinare a orti di comunità, un progetto di catalogazione dei beni storico-architettonici.
Grande attenzione è stata dedicata anche all’area compresa tra la borgata Santa Lucia e il corso Umberto. Sono previsti interventi di riqualificazione nell’ex cintura ferroviaria di via Agatocle; nell’area di piazza Euripide fino allo sbarcadero Santa Lucia; nella zona compresa tra piazzale Marconi, via Crispi e la stazione ferroviaria; la riqualificazione di via Piave in chiave commerciale ed economica; il Porto piccolo. Il quartiere Grottasanta, oltre che con Mazzarrona, è interessato anche con il rilancio del centro commerciale naturale delle vie Tisia e Pitia.


«Il masterplan – afferma l'assessore alle Politiche sociali, Valeria Troia – è ispirato a un progetto unitario e non a interventi sganciati l'uno dall'altro. Il tentativo è di riconnettere la periferia di Mazzarrona al centro attraverso una serie di interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione che, a partire da Grottasanta giungono a Santa Lucia e ad Ortigia. Un plauso all’Ufficio politiche innovative e ai ragazzi dello Smart lab per l’impegno e la professionalità dimostrata nel costruire un progetto complesso che mette in relazione recupero urbanistico e valore sociale degli interventi affinché i residenti riacquistino il piacere di uscire dalle proprie case e di tornare a vivere i quartieri».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO