home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, il Siracusa inciampa sul Catanzaro

Brutta prestazione degli Azzurri che restano quinti e che rilanciano i calabresi nella corsa per la salvezza.

Lega Pro, Siracusa ko anche con la Juve Stabia: troppo arrendevole la squadra di Sottil

Catanzaro. Il Ceravolo si conferma tabù e l'1-0 con cui il Catanzaro regola il Siracusa serve tantissimo ai calabresi in chiave salvezza, mentre non sposta la classifica della formazione di Andrea Sottil, sempre quinta, anche se il tecnico azzurro a fine partita si è arrabbiato parecchio con la sua squadra per l'atteggiamento sbagliato e una delle più brutte prestazioni stagionali.

Sottil conferma il tradizionale 4-2-3-1 senza alcuna sorpresa: Valente è squalificato ma rientra Catania, mentre l'infortunato Pirrello viene sostituito da Diakite. I padroni di casa devono invece rinunciare al portiere De Lucia ed Esposito squalificati, per il tradizionale 4-4-2 di Erra che tende a sviluppare molto il gioco sugli esterni.

Il vento disturba molte traiettorie e ne viene fuori una partita brutta, molto maschia in cui i padroni di casa cercano di sfruttare i centimetri di Sarao in avanti con spizzate che servono a favorire gli inserimenti di Giovinco e Icardi, abili a trovare qualche soluzione. Di contro il Siracusa si perde sempre nell'ultimo passaggio come al 15' quando De Silvestro prima, Azzi poi non mostrano sufficiente lucidità in area per concludere bene a rete. E così al primo affondo il Catanzaro passa ma serve una punizione di Giovinco e la difesa azzurra un po' ferma per l'occasione, per favorire il tocco vincente di Icardi sotto porta per l'1-0. Giovinco è ispirato e al 20' coglie anche la traversa da buona posizione, poi è il Siracusa che potrebbe sfruttare meglio due situazioni in area calabrese ma De Silvestro calcia debolmente mentre Catania al 32' stacca bene di testa su cross di Malerba ma angola troppo la traiettoria. Nel finale di tempo poi Van Ransbeek calcia alto da buona posizione.

Nella ripresa non cambia il copione: locali pericolosi subito con Prestia, poi Azzi su ribaltamento in pallonetto potrebbe fare 1-1 ma è ancora impreciso. Come tutto il Siracusa e gli errori in fase di impostazione da parte di Catania, Giordano, Brumat, sono stati l'emblema di quella che si è rivelata una giornata storta.

Nel finale occasionissima per Longoni (fischiato dal suo ex pubblico) ma la girata dell'argentino da pochi passi termina alta.

IL TABELLINO

Catanzaro - Siracusa 1-0

Catanzaro: (4-4-2) Leone; Zanini, Prestia, Patti, Sabato (36' pt Imperiale); Icardi, Maita, Van Ransbeeck, Mancosu; Giovinco, Sarao (37' st Gomez). A disp. Svedkauskas, Campagna, Bensaja, Basrak, Cedric, Rizzitano. All. Erra

Siracusa (4-2-3-1): Santurro; Brumat, Diakite, Turati, Malerba; Palermo (45' pt Giordano), Spinelli; De Silvestro, Catania, Azzi (16' st Longoni); Scardina (25' st Persano). A disp. Gagliardini, Dentice, Cossentino, Russo, Toscano. All. Sottil (squalificato, in panchina Cristaldi).

Arbitro: Strippoli di Bari

Rete: 17' pt Icardi

Note: Spettatori 2mila circa con rappresentanza ospite. Ammonito Diakite. Angoli 6-5. Rec. 1' pt e 4' st

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa