WHATSAPP: 349 88 18 870

Arriva il robot ricicla-tv, 'vede' l'apparecchio e sa come smontarlo

Nasce da una ricerca realizzata da Cobat, Cnr e Politecnico di Milano

Arriva il robot ricicla-tv, 'vede' l'apparecchio e sa come smontarlo

Roma, 20 giu. - (AdnKronos) - Vecchie tv da buttare via, a riciclarle ci penserà un robot. Gli apparecchi televisivi giunti a fine vita, fino ad oggi venivano letteralmente presi a martellate da un operaio per smontare e frammentare i pezzi che compongono e procedere poi con la selezione dei materiali da avviare a riciclo. Un metodo 'primitivo' destinato ad essere soppiantato dall'arrivo di un robot studiato ad hoc. A metterlo a punto, Cobat (consorzio nazionale raccolta e riciclo) insieme con il Consiglio Nazionale delle Ricerche eil Politecnico di Milano.

Una macchina, spiega all'Adnkronos il presidente di Cobat Giancarlo Morandi a margine della prima giornata di Ecoforum a Roma, "capace di smontare il televisore nelle sue diverse parti" perché in grado di "guardare l'apparecchio e individuare i pezzi che possono essere recuperati". I televisori, infatti, non sono tutti uguali ed è quindi impossibile pensare a un'unica 'catena di smontaggio' per questa tipologia di rifiuto. "Questo robot - dice Morandi - grazie a dei sensori ha la capacità di vedere e capire come è fatto un televisore, per poi iniziare a smontarlo senza romperlo nel modo primitivo finora utilizzato".

Altra novità che riguarda il trattamento dei televisori giunti a fine vita, riguarda la possibilità di recuperare materiali che prima invece venivano avviati a discarica, come accadeva per il vetro. "Abbiamo avviato una ricerca con un'azienda che produce piombo in Italia e individuato un processo che riesce a recuperare vetro e contestualmente il piombo che c'è dentro", aggiunge Morandi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CINEMA&TV

$(document).ready(function(){ $('#box_0b2289ef5-647-44836-a24d-117c11c6f491anteprima_ipiu .tipo_visualizzazione_menu p:first').click(); }); div class="icnrc fezarch_small>id="bcnrc 71300"e7-1327-41b1-9371-f116042a8fac >< (document).ready(function(){ $.ate-picker.setDefaults( $.ate-picker.regonele[ "t/" ] ; ('#mnpu [nzm="tfiler'_from"], mnpu [nzm="tfiler'_to"]).cate-picker( ate-Frmat=: 'dd/mm/yy' }; ('##cnrc 71300"e7-1327-41b1-9371-f116042a8fac mnpu [nzm="tq"]).cexamole'cunrc ); ('##cnrc 71300"e7-1327-41b1-9371-f116042a8fac orma).csubmt/function(){ ar belezct_ezioni/= $('his).pind('aelezct[nzm="tezionie_imcnrc >]); f( $(.roim(elezct_ezioni/.vle().length= == ){ elezct_ezioni/.prop('disabled', rue"; } }; ('##cnrc 71300"e7-1327-41b1-9371-f116042a8fac mnpu [examole]).ceachfunction(){ ('his).pexamole'(this).adtr('hexamole'); }; }; unction cezarch_ese div class="iext/_edi conpyrghtw_2> d class="tixt/ > Powerlby a href="http://www.lgmdeit/">Gmde s.r.l /aiv> /div>
a class="_top_button"href="h#">Tora acript type="text/javascript"> (document).ready(function(){ (d".top_button".click(function(){ ('"tml",body".c_n-at=e( crolliTop:0 }; return alse& ); }; /script>
/div> div data-render="true" class="bannervcms banner_fAudiweb" format="fAudiweb > script type="text/javascript">incrementAdvImpression(1984;
ddiv> dcript type="text/javascript">src="/ttp://www.lasicilia.it/sjs/jquery.sharrre.minjs"?v=14788152000;0>< dlnekcrel"ntyle=shet" sproperty"ntyle=shet" sref="http://www.lasicilia.it/sj/cor ilrm/jquery.or ilrmcss(?v=146278127200" /ype="text/jss("< dlnekcrel"ntyle=shet" sproperty"ntyle=shet" sref="http://www.lasicilia.it/sj/cf.tcyox./source/jquery.f.tcyox.css(?v=146278127200" /ype="text/jss("medica"schreen"< dlnekcrel"ntyle=shet" sproperty"ntyle=shet" sref="http:://wajaxigoogleaps).om/wajaxdlibs/jqueryu/18.11.4/teme=/cfick(/jquery-ui.ss("< " div dd="9fb-rooe" < d/body