home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Fabio Abate “spacca” a Zafferana

Il “cantattore” catanese protagonista della serata di Etna in Scena

Fabio Abate “spacca” a Zafferana

Il versatile e poliedrico “cantattore” catanese Fabio Abate ha "spaccato” all’Anfiteatro Falcone e Borsellino nell’ambito della kermesse “Etna in scena” col suo concerto eclettico proprio come lui, ma anche ironico e accattivante e soprattutto intriso di teatralità e dallo stile spettacolare quasi Felliniano.

GUARDA LE FOTO

GUARDA IL VIDEO

Fabio ha conquistato il pubblico col suo modo di porsi da spontaneo  e scanzonato showman pronto a dare il meglio di sé raccontando la sua musica , le sue canzoni che sono anche esperienze di vita che ama condividere con la gente e proporre in chiave surreale.

Sulla scia del suo precedente “Ma non è una cosa seria “ con questo Live concert ha dato vita ad un altro spettacolo innovativo intriso di sonorità moderne ma ben mixate a sonorità mediterranee. Dato pregnante che è emerso da questo bellissimo spettacolo “la condivisione” del palco con molti artisti.

Questa è la sua filosofia di vita: "Credo nella forza della condivisione , nell’importanza di fare squadra e crescere insieme in uno scambio reciproco di esperienze artistiche a 360°" . Per questo il suo concerto è stato definito dalla speaker radiofonica e conduttrice della serata Antonella Insabella “una vera festa”, in attesa dell’uscita del suo singolo previsto per ottobre e del suo album invece la prossima primavera che sarà una sorpresa  L’opening è stato a cura di Celeste una talentuosa cantante agrigentina che ha presentato brani tratti dal suo album d’esordio ( avvenuto l’anno scorso) + 18 che contiene anche pezzi scritti dallo stesso Abate. La giovane cantante ha incantato il pubblico con un mix di generi e suoni in inglese, italiano e anche siciliano accompagnata dal maestro Toni Canto con cui ha duettato in un set acustico e creando un ponte tra la Sicilia e il Brasile.

Fabio Abate con la sua inconfondibile mimica facciale e la sua forza interpretattiva ha “raccontato” pezzi tratti da “Itinerario precario” e anche dalla colonna sonora del film “Mauro ch’a da fare” . L'artista è stato coadiuvato da Marco Napoli della storica e prestigiosa famiglia di opranti catanesi che  da buon “maniante” ha mosso i fili di due pupi Ludovico e Peppinino sia nella danza melodica che ha accompagnato la canzone “Era d’estate”( omaggio a Sergio Endrigo), sia in quella “rockettara”   nel duetto col musicista Mario Monterosso giunto direttamente dagli Stati Uniti dove vive da alcuni anni.

La serata si è conclusa alla grande con la musica della nostra terra nei duetti con Rita Botto e Puccio Castrogiovanni due autentiche colonne portanti della nostra Sicilia e della sicilianità che esportano in tutto il mondo e con la danza accattivante e africaneggiante della ballerina Antonella Sannino. Applausi scroscianti anche per la band di Fabio , colonna sonora dell’evento : Salvo Abate ( tastiere e sinth), Ezio Barbagallo (basso) , Giuseppe Nicotra (chitarre ) e Christian Falzone alla batteria e per tutti questi incontri , duetti , esibizioni , improvvisazioni fatte tutte all’insegna dell’arte.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa