home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

“Equilibri, tutti siamo diversi”: ad Avola il Festival contro le barriere

Fino al 3 dicembre incontri, spettacoli teatrali, workshop e i concerti di Irene Grandi e i Pastis, Cristina Donà, Cesare Basile e Sorge

“Equilibri, tutti siamo diversi”: ad Avola il Festival contro le barriere

AVOLA - Quando è la tua stessa vita a darti ispirazione e forza, ciò che crei e porti avanti non può che essere speciale, sopra le righe, magico. “Equilibri - Tutti siamo diversi” è il festival che prende Avola e la rivolta come un calzino, prima mentalmente e poi con azioni messi in pratica. Quest’anno la madrina dell’evento è la cantautrice toscana Irene Grandi.

E’ il festival che stimola il dibattito su un progetto di società e di città capace di rispettare le esigenze di tutti e di abbattere le barriere architettoniche, mentali e culturali che emarginano ed escludono chiunque sia diverso. E’ il festival ideato da Giovanni Parentignoti. La sua esperienza umana è la forza motrice dell’evento. Un catalizzatore di empatia. Di energia. Di forza di volontà. Giovanni ha un bambino disabile e ha avuto modo di sperimentare in prima persona le carenze di assistenza nei loro confronti. «Per me - dice Parentignoti - è stato un atto dovuto fare qualcosa di concreto. “Equilibri” nasce nel 2014 come un “voto” laico, mio e di mia moglie Cinzia, per nostro figlio, bambino nato con una gravissima disabilità dovuta a un errore medico. Nei viaggi tra ospedali e visite specialistiche, abbiamo conosciuto tantissimi genitori e ci siamo resi conto delle enormi difficoltà che quotidianamente vive chi deve affrontare la disabilità. Da quello che doveva essere solo un convegno con specialisti del settore, nacque una manifestazione con artisti che vollero sposare subito la causa. Dobbiamo eliminare la commiserazione e imparare la diversità come valore».

“Equilibri - Tutti siamo diversi” è il festival che è contro le barriere architettoniche, ma ancor di più contro le barriere mentali e culturali che emarginano ed escludono chiunque sia diverso. Concerti, iniziative per gli studenti, spettacoli teatrali, workshop di scrittura creativa e tante altre attività fanno di “Equilibri – Tutti siamo diversi” un festival unico nel suo genere. Unico anche per la disponibilità degli ospiti che prestano la loro arte al servizio di una nobile causa: tutti i ricavati degli eventi a pagamento saranno rendicontati e utilizzati per abbattere barriere architettoniche nella città di Avola.

Si parte oggi con Equilibri Bambini, una serie d’incontri mattutini e di spettacoli dedicati agli alunni delle scuole con Oreste Castagna della trasmissione L’Albero Azzurro, il mago Vittorio Marino, gli scrittori Massimiliano Verga e Giovanni Parentignoti, Ludovico Caldarera, Marcello Matera, i giornalisti Paola Pottino e Pino Ciociola, il drammaturgo e autore Lis, Dario Pascarella, la vedova di Piergiorgio, Mina Welby.

Sul versante musicale, sono tanti gli artisti che anche quest’anno hanno deciso di esibirsi all’interno di Equilibri e supportarne la causa. Si inizia venerdì 1 dicembre alle 20 con lo spettacolo teatrale Il Pigiamino Strappato, interpretato da Mr Puma. Sabato 2 dicembre sarà la volta di Tra le righe, una chiacchierata tra musica e letteratura a cura di Leonardo Colombati con Simone Lenzi ed Emidio Clementi. A seguire, Equilibri On The Rocks, l’aperitivo musicale con Massimo Cotto di Virgin Radio e Cristina Donà.

Alle 21 presso il Teatro Garibaldi, Mauro Ermanno Giovanardi presenta “La Mia Generazione”, con i live di Cristina Doná, Mara Redeghieri, Cesare Basile e Sorge. Domenica 3 dicembre alle 19, “Equilibri On The Rocks”, l’aperitivo musicale con Gianluca Runza (Rumore), Irene Grandi ed i Pastis. Gran finale alle 21 al Teatro Garibaldi, con “Il lungo viaggio”, il live di Irene Grandi ed i Pastis.

Sposa l’iniziativa e la sostiene il sindaco di Avola Luca Cannata. «Credo fermamente che l'attuazione del principio di uguaglianza sostanziale, passi necessariamente dall'abbattimento di tutte le barriere architettoniche e soprattutto mentali che impediscono pari opportunità ai disabili. Per questo motivo, anche quest'anno il Comune di Avola ha sposato il progetto di “Equilibri”, perfettamente in linea con le azioni già intraprese nella logica della sensibilizzazione sociale su queste tematiche».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO