home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sanremo, al via il Festival delle larghe intese: ecco le nostre pagelle alle canzoni

Carlo Conti "con" Maria De Filippi conducono la kermesse musicale all'insegna della "grosse koalition" fra i big della tv

Sanremo, al via il Festival delle larghe intese: ecco le nostre pagelle alle canzoni

SANREMO - In una Sanremo “blindata”, tra barriere di cemento armato anti-tir nelle strade, droni, una massiccia presenza di forze dell’ordine nei punti nevralgici della città e un doppio allarme pacco bomba rivelatosi falso, comincia il Festival edizione numero 67, la prima della nuova era Raiset. Conduce l’Obama della tv di Stato “con” la Lady di Ferro della rete del Biscione. Carlo Conti “con” Maria De Filippi. E quel “con” è stato imposto dalla regina di Mediaset nei titoli di testa, «per discrezione nei confronti del direttore artistico».

 

“Con”, perché Maria De Filippi arriva a Sanremo a costo zero, un low cost di lusso. «Per me non è una novità – sottolinea lei – quando vengo invitata come ospite non chiedo mai cachet, l’ho fatto già altre volte alla Rai e l’ho fatto anche a Mediaset».

 

“Con”, anche per prendere un po’ le distanze. Perché “Queen Mary”, la regina del palinsesto Mediaset, la stakanovista che macina centinaia di ore in video ogni mese, «quando faccio un mio programma lavoro dalla A alla Z. Qui sono arrivata con scalette definite, contenuti stabiliti, canzoni scelte. Si trattava solo di gestire. E’ per quello che applico il mio comportamento da ospite». Anche per questo, domani mattina, il rito dell’Auditel la troverà tranquilla: «Non penso che mi sentirò responsabile degli ascolti, nel bene e nel male, perché penso che Sanremo abbia il suo pubblico da sempre, indipendentemente da me».

 

Sanremo, per “Nostra Signora della tv”, ieri in pantaloni neri e giacca bianconera alla conferenza stampa della vigilia, è il «tempio della musica, e la musica è vita. E’ il Festival degli italiani». Anche se da diverso tempo è soprattutto la festa della televisione. Ancor meglio sottolineata quest’anno dal “patto del Nazaremo”, firmato a Follonica, tra Maria De Filippi e Carlo Conti. Una “grosse koalition” alla quale partecipa anche Discovery, che ha concesso al suo nuovo “acquisto” Maurizio Crozza di partecipare alle cinque serate del Festival. Faranno ascolti, uniranno le famiglie puritane di Rai1 con quelle trashiste di Canale 5 e più radical-chic di Nove, per regalare all’Italia post-renziana il suo governo delle larghe intese. E magari anche per dimostrare ai francesi cattivi di Vivendi che Mediaset è forte, è italiana e lotta insieme alla Rai. 

 

Ma, come dicevamo prima, la musica - almeno sulla carta - viene prima. Ed ecco allora le nostre pagelle alle canzoni dei 22 big che saliranno sul Palco dell'Ariston.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO