home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, estate al Teatro antico tra musica e prosa: si apre con Carmen Consoli

Bellini, Stabile e TaoArte per rilanciare il sito archeologico catanese

Catania, estate al Teatro antico tra musica e prosa: si apre con Carmen Consoli

«Il segnale d’inizio di una attività», aggiunge la direttrice del Polo regionale di Catania per i siti Maria Costanza Lentini, «stiamo lavorando per risolvere le difficoltà logistiche e di sicurezza». Realizzare camerini, tribune, servizi nella cavea da 1.200 posti «per rendere più fruibile il teatro agli spettatori - interviene Roberto Grossi, sovrintendente del Bellini, ente che ha il coordinamento artistico, gestionale ed organizzativo - e un programma che sarà integrato da altre proposte». «E che magari nella commedia antica può trovare la propria cifra culturale», avanza l’assessore comunale ai Saperi e alla Bellezza condivisa, Orazio Licandro.

 

Un cartellone con tante anime, che offre una scena e un circuito agli spettacoli presentati dagli enti teatrali pubblici, si rivolge ai tanti turisti con musiche da film e la tradizione dell’Orchestra a plettro Città di Taormina, con la lirica e i concerti classici, ma ancora senza un filo conduttore che dia il senso del festival. Si apre con l’anima catanese più autentica, con tre concerti della nostra cantantessa Carmen Consoli accompagnata dai solisti del Bellini. Il programma dell’ente lirico catanese, annuncia il direttore artistico Francesco Nicolosi, prosegue con un concerto sinfonico dedicato alle musiche da film, America Movies Tribute e Rapsodia satanica di Pietro Mascagni, accompagnato dalla proiezione del film di Nino Oxilla del 1917, e con l’allestimento di Tosca. Taormina Arte «allarga i propri confini - spiega il segretario generale dell’ente Ninni Panzera - e presenta nove spettacoli con un trittico di mostri sacri: Lavia, Placido e la Guerritore», e ancora concerti, come quello di Gilda Buttà che eseguirà brani di Morricone, di cui ha inciso la colonna sonora del film La leggenda del pianista sull’oceano, e un Amleto figlio di Amleto «che nasce dall’esperienza de Les Bouffes du Nord di Parigi». Gabriele Lavia sarà in scena con la celebre interpretazione de Il sogno di un uomo ridicolo, il racconto di Dostoevskij, accolta con grandissimo successo. Monica Guerritore proporrà il suo Dall’inferno all’Inferno, da lei scritto e diretto, mentre Michele Placido sarà il protagonista di una serata d’onore, con poesie e monologhi di grandi autori.

 

Un’incursione nella musica jazz con il Brass Group e poi spazio alla risata con la commedia antica: Tuccio Musumeci sarà protagonista di Dyskolos di Menandro con Tuccio Musumeci, coproduzione Teatro Stabile di Catania e Teatro della Città; Casina di Plauto vedrà in scena Giuseppe Pambieri e Micol Pambieri, regia di Giuseppe Argirò, produzione del Teatro della Citta, quindi il dramma satiresco di Euripide Il Ciclope , produzione del Teatro dei due Mari, traduzione e adattamento di Filippo Amoroso, con Edoardo Siravo, regia di Angelo Campolo, musiche originali di Marco Betta.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa