WHATSAPP: 349 88 18 870

Il Catania riprendea correre: pokerdi gol e spettacolocontro il Catanzaro

Lega Pro, il Calcio Catania riprende a correre poker di gol e spettacolo contro il Catanzaro

E ora la testa è al “monday night” contro la Casertana

Ora testa è al “monday night” in casa della Casertana FOTO

Lega Pro, il Calcio Catania riprende a correre poker di gol e spettacolo contro il Catanzaro

CATANIA - Dopo due pareggi consecutivi, il Catania di Giuseppe Pancaro ritrova la vittoria e ricomincia la sua difficile scalata alla classifica del girone C di Lega Pro, dove però pesano ancora tanto i nove punti di penalizzazione che la squadra sta cercando di annullare nel minor tempo possibile. E i tre punti conquistati oggi contro il Catanzaro in un Massimino ancora stracolmo di tifosi lo dimostrano: 4-1 il risultato finale. Ma sin dall’inizio della partita i rossazzurri hanno fatto capire di voler imporre le loro accelerazioni e di voler essere molti più precisi e cinici della gara con il Cosenza: così dopo pochi minuti si sono portati in vantaggio indirizzando il match verso quella vittoria che serviva anche per presentarsi lunedì 19 ottobre in casa della Casertana - sconfitta nel tardo pomeriggio dal Cosenza - con il giusto “abbrivio” e il morale alto.    

 

GUARDA LA FOTOGALLERY

 

Contro un Catanzaro apparso comunque modesto rispetto ai padroni di casa, “Pippo” Pancaro ha schierato il tridente Calderini-Calil-Russotto, con alle spalle Scarsella, Musacci e Castiglia, in difesa Parisi Pelagatti, Bergamelli e Nunziella, tra i pali ancora Bastianoni. Come detto, il Catania ha fatto subito la partita e al 9’ Calderini ha messo immediatamente a frutto la superiorità rossazzurra raccogliendo un palla vagante in area e battendo il portiere calabrese Scuffia con un tiro ravvicinato. Il Catanzaro ha provato a impensierire Bastianoni sulle palle da fermo, ma un Catania più tonico non ha lasciato scampo agli uomini di D’Urso e dopo una traversa di Russotto ha centrato il raddoppio con Calil bravo a sfruttare una disattenzione dei difensori avversari su una rimessa laterale e a superare Scuffia.    

 

Il 2-0 ha calmato un po’ la foga del Catania che con il doppio vantaggio ha cominciato a rifiatare e a gestire il gioco aspettano il momento giusto per affondare. Ma al 39’ è stato il portiere ospite Scuffia a regalare il gol della sicurezza ai rossazzurri, facendosi superare da un innocuo tiro cross di Musacci.    

 

La ripresa è cominciata senza cambi, nemmeno nel copione del gioco con il Catania assoluto padrone del campo. Al 56’ Pancaro ha mandato nella mischia Falcone al posto di Russotto e la voglia del nuovo entrato si è immediatamente tradotta in gol, con l’attaccante bravo a infilare in rete una palla vagante sugli sviluppi di un calcio d’angolo.    

 

Non sazio del poker di gol, il Catania ha continuato ad attaccare e a collezionare occasioni da rete. Ma, dopo la girandola finale dei cambi, è il Catanzaro a trovare su calcio di rigore il gol della bandiera. Rete che non cambia di una virgola il giudizio positivo sulla prestazione dei rossazzurri che alla fine hanno raccolto il meritato applauso degli oltre 11.000 tifosi presenti sugli spalti del Massimino.    

 

Guarda gli highlights

 

 

 

Ora la testa dei rossazzurri è tutta alla prossima gara a Caserta in casa della ex capolista che questa sera ha perso la vetta della classifica facendosi rimontare e battere a Cosenza dopo essere passata in vantaggio. Dopo vari spostamenti, il “monday night” della Lega Pro si giocherà lunedì 19 ottobre alle ore 20 anche alla luce della diretta tv su Raisport fissata per l’occasione.

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa