home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Madonia e Di Piazza “toppano”, Almiron moviola

Madonia e Di Piazza “toppano”, Almiron moviola

Madonia e Di Piazza “toppano”, Almiron moviola
Ecco le pagelle dei giocatori dell’Akragas dopo loi 0 a 2 casalingo contro l’Andria nella sesta giornata del campionato di LegaPro.

CAPUANO 6 (il migliore).

Il capitano è l’ultimo a mollare e ad affondare e grazie al suo senso della posizione riesce anche ad evitare che l’Andria, con i contropiede del secondo tempo, riesca anche ad arrotondare il risultato. Anche per lui tre partite in una settimana sono troppe, ma il problema è trovarne un altro come lui.

MAURANTONIO 6.

Tiri nello specchio, a ben vedere, gliene arrivano pochi. Ma sull’unico che gli arriva verso la fine del primo tempo, quando c’è il raddoppio di Strambelli, forse parte in ritardo o forse non pensava che il 10 dell’Andria tirasse. Poi nella ripresa fa una bella parata su una mischia furibonda nella nostra area e comunque quando c’è la intervenire non «toppa». Né sfracelli né miracoli.

SCRUGLI 5,5.

Parte bene, come esterno largo, nel 3 5 2 disegnato da Legrottaglie, e, anche dopo lo 0 a 1, resta uno dei più attivi anche se arriva molto di rado al cross. Nelle ripresa non dà alcuna spinta e finisce anche lui per farsi contagiare dal grigiore dei biancazzurri, con tanti errori pure banali pure negli appoggi. Un passo indietro rispetto alle belle prestazioni sin qui registrate dal ragazzo.

SABATINO 5,5.

Nel primo tempo sembrava in palla e la sua fascia alla fine era quella in cui la linea dell’Andria soffriva (vabbè, magari soffrire è una parola grossa) di più. Però arriva molto di rado sul fondo, usa il piede destro solo per scendere dal letto e alla fine è poco funzionale allo schema. Nella ripresa tra errori e comunque anche una certa stanchezza cala vistosamente. Ma è tutta la squadra che si è imballata.

THIAGO CAZÈ 5.

Legrottaglie lo mette come terzo della difesa a tre sulla destra. Entra nell’azione che ha provocato il rigore (anche se il fallo lo fa Aloi) e regala sciaguratamente a Strambelli il pallone che il fantasista dell’Andria trasforma nel 2 a 0. Un errore che di fatto taglia le gambe all’Akragas perché mancava poco alla fine del tempo. Nella ripresa resta negli spogliatoi. Si cambia schema e lui non era in giornata.

MARINO 6.

Soffre la coppia di attaccanti dell’Andria e lui stavolta deve pure usare, qualche volta, le maniere forti, dando qualche punizione ai pugliesi. Nella ripresa, quando l’Akragas fa il massimo sforzo per cercare di accorciare le distanze e raddrizzare la partita, mette la pezza pure su qualche contropiede potenzialmente pericoloso. Vale per lui lo stesso discorso di Capuano: quando potrà riposare?

VICENTE 6.

Ha giocato solo 45 minuti e va detto che non è stato il peggiore dei nostri, ma anzi è stato uno dei pochi a salvarsi. Pecca, ma questo si sapeva sin dall’inizio, nella velocità di esecuzione e probabilmente verticalizza anche poco, però mantiene sempre la barra a dritta. Insomma: se l’Akragas chiude il primo tempo sotto di due gol la colpa non è sicuramente sua. Però può dare di più.

ZIBERT 5,5.

Nel primo tempo non c’è, nel senso che è in campo ma non si vede. Nella ripresa va un po’ meglio, ma non troppo e certamente non in linea con le prime cinque partite. Va comunque detto che è l’unico che arriva al tiro (anche se una sola volta) quando dal limite sfiora l’1 a 1. E siccome con i «se» e con i «ma» le partite non si vincono forse questo stop permetterà a tutti di tornare coi piedi per terra.

DI PIAZZA 5.

La sua partita è la classica partita del Di Piazza visto sin qui. Tanti errori, molta confusione, a volte anche approssimazione tecnica. Se segna, come è accaduto in due partite su sei, allora tutto passa in carrozza. Se non segna, come ieri, allora gli si chiede il conto. All’Akragas serve un attaccante più concreto. Se lui ci riesce a diventarlo nessuno gli toglierà il posto. Altrimenti a gennaio...

MADONIA 5,5.

Cerca qualche combinazione con il suo partner d’attacco, ma al momento però sembra si parlino lingue diverse. Solo sei partite forse non bastano e dunque serve ancora tempo (anche grazie al fieno messo sin qui in cascina). Esce al 20’ della ripresa piuttosto stanco: fisicamente ancora non c’è e Legrottaglie lo sta piano piano portando ad una condizione ottimale (da 90 minuti per intenderci).

ALOI 5.

Né carne né pesce e con l’«aggravante» del fallo da rigore, molto ingenuo, che regala all’Andria il vantaggio. Alla fine sarà l’episodio decisivo che macchia l’intera sua partita e che indirizza l’intero match. Poi infatti, essendosi reso conto di averla fatta grossa, non si riprende più e vaga per il campo. A centrocampo non fa filtro e non riesce a rilanciare l’azione.

ALMIRON 5,5.

Speriamo si stia riprendendo fisicamente, perché la classe dell’argentino, pur giocando praticamente da fermo o quasi si respira ogni volta che tocca il pallone. Ma solo la classe, in LegaPro, non basta. Deve mettere velocità e forza che al momento non ha. Legrottaglie lo butta nella mischia a inizio ripresa ma non cambia di molto l’inerzia della partita, nettamente sempre in mano all’Andria.

LEONETTI 5,5.

Entra nella ripresa, pronti via e prende il palo. Poi si spegne anche perché l’Akragas passando i minuti ci crede sempre di meno. «Se segno non esulto» aveva detto. Ieri si è tolto dall’imbarazzo.

ROGHI 5.

Legrottaglie gli dà 25 minuti per smuovere le acque. Invece le acque nemmeno si increspano e restano lisce come l’olio. Si fa pure ammonire.

LEGROTTAGLIE 6 (l’allenatore).

Prova il 3 5 2 iniziale che però va subito male anche perché passano dieci minuti e l’Akragas è sotto. Nella ripresa ridisegna la squadra con un 4 4 2 che però non porta (quasi) a nulla. Puoi fare gioco quanto vuoi ma se davanti hai, almeno ieri, delle belle statuine c’è poco da fare. Dimostra però l’umiltà di cambiare tutto per cercare di rimediare.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa