home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Collegio di Garanzia dello sport dice no

Collegio di Garanzia dello sport dice no Per il Catania confermata retrocessione e – 9

Respinto anche il ricorso di Cosentino: restano 4 anni di inibizione
Collegio di Garanzia dello sport dice no Per il Catania confermata retrocessione e – 9
Il Collegio di Garanzia dello Sport ha respinto i ricorsi contro la Figc presentati da Pro Patria, Piacenza, Catania e Virtus Entella. Lo ha reso noto il Coni. In particolare, all’esito della sessione di udienze a sezioni unite, il Collegio ha respinto il ricorso della Pro Patria e del Piacenza contro la delibera del presidente Federale che ha determinato i criteri di retrocessione dalla Lega Pro, stagione 15/16, nonché il ricorso presentato dal Prato e da altre società avverso la medesima delibera del presidente federale. Il Collegio ha detto no al Catania e all’Entella, contro la retrocessione all’ultimo posto del club etneo nel campionato di Serie B 2014-2015, oltre alla penalizzazione di 9 punti in classifica e all’ammenda di 150 mila euro al termine del processo sul caso Catania. Respinto anche il ricorso dell’ex ad rossoazzurro Pablo Gustavo Cosentino, condannati dalla Corte d’appello federale della Figc a quattro anni di inibizione e 50.000 euro di ammenda. È stato respinto anche il ricorso presentato da Giorgio Flora (vice presidente Città di Brindisi) contro l’inibizione di quattro anni e mezzo e i 70mila euro di multa inflittigli dalla Corte d’appello federale il 24 settembre scorso per il filone “Dirty Soccer” del calcioscommesse. Stessa sorte per il ricorso di Salvatore Astarita (calciatore Akragas, due anni e tre mesi inibizione e 25 mila euro di ammenda).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa