WHATSAPP: 349 88 18 870

La Samp piega il Palermo: primo sorriso per Montella

La Samp piega il Palermo: primo sorriso per Montella

I blucerchiati superano in classifica i rosanero di Ballardini: futuro sempre più incerto
La Samp piega il Palermo: primo sorriso per Montella
GENOVA - Prima vittoria da tecnico della Sampdoria per Vincenzo Montella, dopo le tre sconfitte iniziali e il pareggio di domenica scorsa all’Olimpico con la Lazio. Grazie ai tre punti conquistati, la squadra blucerchiata si allontana dalle zone calde della classifica dove era precipitata, superando in un colpo solo lo stesso Palermo e il Bologna. Per i rosanero di Ballardini, la sconfitta pesa proprio sulla graduatoria e apre ad un futuro ora più incerto. Montella sorprende ancora, recuperando Barreto ma lasciando ancora Muriel in panchina con Cassano unica punta in un abbottonatissimo 4-1-4-1. Classico 4-3-1-2 invece per Ballardini che si affida alla coppia d’attacco Gilardino-Trajkovski.     È la Samp a partire subito forte con Cassano che da sinistra pesca Soriano liberissimo sul dischetto ma il capitano blucerchiato sbaglia. Il Palermo se la gioca e al 13’ Trajkovski impegna dal limite Viviano, costretto ad alzare in angolo. Il macedone è uno dei più attivi tra i rosanero e al 15’ sfiora ancora il gol con un rasoterra in corsa che termina di poco a lato. La squadra di Ballardini cresce obbligando la Samp ad arretrare sempre più il baricentro. Al 20’ episodio da moviola in area blucerchiata con Cassani che trattiene Gilardino impedendogli di colpire ma l’arbitro fa proseguire tra le proteste ospiti. La Samp prova così ad alleggerire la pressione e al 25’ ci riesce con Cassano il cui tiro al volo finisce però alto. La gara è piacevole con continui rovesciamenti di fronte, anche per i tanti errori da entrambe le parti, come al 41’ quando Cassano dopo aver recuperato un pallone a sinistra cerca una deviazione vincente in area piccola di un compagno ma Ivan in scivolata non riesce a colpire. Ma il pericolo maggiore lo crea sul finire del primo tempo Fernando, direttamente su punizione, con Sorrentino che si supera volando all’incrocio e deviando in angolo. La gara cambia ritmo nella ripresa quando Cassani all’8’ ruba palla a centrocampo servendo subito Cassano. Il fantasista controlla entrando in area da sinistra e alza le testa, supera un difensore e rimette in mezzo per Soriano che praticamente da solo appoggia in gol con facilità. Un vantaggio che cambia il corso della partita.     La Samp si sblocca e controlla senza difficoltà un Palermo a cui nemmeno l’ingresso di Djurdjevic per uno spento Gilardino serve per rianimarsi in una ripresa in netto calo rispetto ad un buon primo tempo. Alla mezz’ora arriva il colpo del ko: Muriel sulla trequarti inventa un cross in diagonale che Ivan, posizionato liberissimo al vertice destro dell’area, trasforma in un incredibile pallonetto vincente battendo Sorrentino in disperata uscita. Doppio vantaggio che la squadra di Montella legittima nel finale con Carbonero al quale Sorrentino in volo nega la gioia del gol.     Il Palermo solo nel finale trova nuovamente la forza per rendersi pericoloso ma Trajkovski si fa negare la rete da un attento Viviano. Nel recupero c’è ancora tempo per due occasioni che esaltano i rispettivi portieri: Viviano su Trajkovski e Sorrentino su De Silvestri ma il risultato non cambia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa