home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Calcio Catania: Lupoli cerca il rilancio definitivo, Gulin la consacrazione

Calcio Catania: Lupoli cerca il rilancio, Gulin la consacrazione

I due nuovi attaccanti rossazzurri arrivati nell'ulitmo giorno di mercato

Calcio Catania: Lupoli cerca il rilancio, Gulin la consacrazione

TORRE DEL GRIFO. Non è una rivoluzione, ma una strategia che sta a metà strada tra presente e futuro. L’attacco del Catania cambia o forse resta tutto come prima. Vedremo la risposta del campo, quando la squadra con i nuovi elementi affronterà avversarie di vario calibro. Lupoli e il giovane Gulin in entrata, Di Grazia, Rossetti, Barisic in uscita. Senza considerare Leto che non ha mai fatto parte del nuovo progetto. Anzi, essersi liberati di un contratto così pesante fa respirare la società. La partenza dei giovani permette al Catania di valorizzare, visto che si tratta di prestiti secchi, chi in prima squadra ha trovato poco spazio e altrove, invece, ha la possibilità di lottare per un posto da titolare. Di Grazia ad Agrigento ha già dimostrato parte del suo potenziale bagaglio. Gli altri due dovranno imporsi con altrettanta determinazione.

 

 

Quanto alla scelta di Lupoli, il Catania si è affidato a un calciatore che ha vissuto esperienze di buon livello, che ha girovagato per l’Inghilterra (Arsenal, Derby County, Norwich, Sheffield), con una parentesi velocissima in Ungheria (Honved), e molta Serie B (Treviso, Ascoli, Grosseto, Varese, Frosinone). A Pisa ha segnato subito, nel derby col Prato: prima partita, subentrato ha fatto centro dopo sei minuti. Si è ripetuto contro L’Aquila: subentrato e vai con il gol. Due reti in 10 incontri, perché per il resto della prima parte della stagione, questo ventinovenne giramondo ha sofferto per via di malanni fisici che dovrebbe aver risolto. Catania rappresenta una nuova occasione per rilanciarsi perché a questa età non è mai troppo tardi per dimostrare la propria maturità dopo aver anche indossato le maglie delle nazionali giovanili fino all’Under 21. Nel 2003, nella selezione Under 16 ha segnato più gol rispetto alle presenze: 9 partite, 11 volte in rete. 

 


Qualcosa non è decollata per via di imprevisti, infortuni, anche occasioni mancate. Ma Luigi Falcone, che conosce bene il suo nuovo compagno per aver giocato insieme con lui a Varese, ieri su un social lo ha accolto con un «Benvenuto Lupacchiotto». Si ricompone una coppia di punte che promette scintille.

 


Quanto a Gulin, il ragazzo scuola Fiorentina è una speranza che ha il pregio di tirare spesso in porta, di cercare velocità e progressione. Transitato dal Feralpi Salò, quindi dal Pordenone, partecipò a un reality su Mtv in cui si parlava di giovani promesse del calcio nazionale, durante il quale è stato dipinto come una persona umile, ma ambiziosa calcisticamente, e dotato tecnicamente di colpi intereressanti.
Lupoli e Gulin si alleneranno oggi con i compagni. Ieri a parte hanno lavorato Bombagi, Castiglia, Parisi, Russotto. Invece, Plasmati è fermo e gli esami hanno evidenziato la lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro. Oggi alle 17 il tecnico Pancaro parlerà in sala interviste, domani la squadra partirà per il ritiro di Ischia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa