WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, il Catania torna alla vittoria

LegaPro, il Catania torna alla vittoria 2 a 1 al Messina e salvezza diretta vicina

Moriero perfetto HIGHLIGHTS / PAGELLE / Massimino deserto VD

LegaPro, il Catania torna alla vittoria 2 a 1 al Messina e salvezza diretta vicina

CATANIA - Nel deserto del Massimino rinasce il Catania. I rossazzurri, soffrendo com’era nelle previsioni, riescono a sbloccarsi e dopo otto tentativi vince una gara. Non accadeva dal 31 gennaio scorso (2-1 al Matera) e la vittima di turno diventa un Messina che non offre un approccio alla partita memorabile.
Neanche il Catania comincia alla velocità della luce. Spreca un paio di occasioni, con Musacci – traiettoria alta da lontano – ma si sblocca grazie a un rigore di Calil (guada caso torna in gol dopo 8 partite, l’ultimo risale al confronto con lo stesso Matera) atterrato in area da Martinelli.
I rossazzurri sembrano controllare il match agevolmente, ma subiscono l’uno a uno nella ripresa (64’) grazie al cross di Giorgione, ribadito in rete di testa da Gustavo.
Il Messina pressa, convinto di poter ottenere i tre punti, in un momento in cui la squadra di Moriero si abbassa e becca psicologicamente il colpo, ma trova con merito il 2-1. Lancio a scavalcare di Castiglia, l’inserimento dell’attaccante ex Napoli è perfetto, così come il tiro angolato. Il Catania esulta a centrocampo, il Messina a capo chino abbandona il campo. Il ko del Monopoli con il Foggia rimette in gioco i rossazzurri nella lotta per evitare gli spareggi.  Un raggio i sole dopo mesi di nubi che si addensavano attorno alla squadra. 

 

LEGGI LE PAGELLE

 

 

I cambi di Moriero sono tutti azzeccati. Finale con cinque difensori, la sostituzione di un disastroso Musacci a favore di una punta in più dopo l’1-1 del Messina fanno del tecnico leccese l’unico baluardo al quale appigliarsi per sperare in un miracolo. Il Messina sotto tono si arrende dopo aver lottato nella fase centrale della ripresa.

 

 

Tabellino
Catania Messina 2 - 1
Catania (
4-2-3-1): Liverani; Garufo, Bergamelli, Bastrini, Nunzella; Castiglia, Musacci, Di Cecco (29’ s. t. Lupoli); Russotto, Calil (46’ s. t. Ferrario), Falcone (29’ s. t. Calderini). All. Moriero. A disp. Bastianoni, Pelagatti, Agazzi, Pessina, Felleca, Gulin.
Messina (4-3-3): Berardi; Ionut, Martinelli, De Vito, Barilaro (32’ s. t. Zanini); Giorgione, Baccolo (32’ s. t. Russo), Fornito; Gustavo, Tavares, Biondo (6’ s. t. Padulano). All. Di Napoli. A disp. Addario, Mileto, Fusca, Masocco, Scardina, Cocuzza, Lia.
Arbitro: Piccinini di Forli (Rossi di La Spezia e Imperiale di Genova).
Reti: Calil su rigore al 36’ p. t. Gustavo al 19’ s. t. Russotto al 34’ s. t.
Note: spett. 4 mila circa. Espulso al 45’ s. t. Ionut per fallo su Calil. Ammoniti: Baccolo, Calil, Giorgione.
Angoli 3-1 per il Messina.
recupero 1’ e 4’

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa