WHATSAPP: 349 88 18 870

Spalletti avvisa Porto: 'Roma è forte e pronta'

Spalletti avvisa Porto: 'Roma è forte e pronta'

Spalletti avvisa Porto, Roma è forte e pronta - "Siamo una squadra forte, e siamo pronti per questa sfida". Luciano Spalletti carica la sua Roma e allo stesso tempo mette in guardia il Porto dalla voglia che i giallorossi metteranno in campo per cercare di indirizzare subito a proprio favore il play-off di Champions League. Strappare il pass per l'Europa che conta d'altronde non è solo questione di blasone, in ballo ci sono anche e soprattutto decine di milioni di euro considerati fondamentali per il bilancio di Trigoria. "La sensazione è che il risultato di questo preliminare può cambiare tutta la nostra stagione e la nostra impostazione mentale" confessa quindi Daniele De Rossi, capitano domani sera davanti ai 50 mila dello Estadio do Dragao che spingeranno i lusitani. "Sarà una bella battaglia - aggiunge il centrocampista nella conferenza della vigilia -. Non equivale a una finale, più a un quarto o un ottavo di Champions visto che ci si gioca la permanenza in una sfida secca. Del Porto ci può spaventare il collettivo e il suo sapersi 'riciclare': la sua forza negli anni è stata cambiare giocatori e trovare sempre nuove forze per questo mi aspetto una squadra forte. Consigli ai miei compagni? Non devo dire nulla, tutti hanno capito l'importanza della partita". Sottolineata anche da Spalletti: "Siamo davanti a una partita molto importante per me, per il club, per i calciatori, per la loro vita e la loro carriera. Domani voglio giocatori che riescano a 'riempire' la partita, aiutando i compagni a raggiungere i nostri obiettivi". Il tecnico toscano non si sbilancia sulla formazione ("è giusto che la dica prima ai ragazzi, posso dire però che Strootman gioca"), e si stizzisce all'ennesima domanda sul ballottaggio in porta tra Alisson e Szczesny: "Come gestirò il ruolo? Non ho la soluzione assoluta per vincere le partite ma so cosa non fare per non perderle, ovvero fare la formazione che fa contenti tutti. Per i portieri sceglieremo di volta in volta, come per gli altri ruoli gioca chi sta meglio". Non ci sarà ancora Bruno Peres, ultimo acquisto sbarcato nella Capitale e subito inserito nella lista Uefa per essere a disposizione della gara di ritorno in programma tra una settimana all'Olimpico. "È un giocatore che abbiamo cercato perché è forte. La Roma vuole essere un club forte e per esserlo deve avere giocatori forti e riserve altrettanto forti - spiega Spalletti -. Bruno Peres ha queste qualità, è forte e trova altri calciatori forti. Ci mancava uno come lui nel ruolo, può giocare anche a sinistra, è un 'tutta fascia', abbiamo una scelta in più nella rosa col suo arrivo". In casa Porto a spronare l'ambiente ci pensa invece il tecnico Nuno Espirito Santo che confida nel tifo del pubblico di casa per strappare un risultato positivo in vista del ritorno: "La Roma ha una grande tradizione in Europa, ma anche noi vogliamo passare il turno - dichiara -. Sappiamo quali difficoltà troveremo, ma vogliamo portare all'Estadio do Dragao la massima competizione per club, sappiamo di avere questa grande responsabilità, per questo andremo in campo per vincere e lotteremo su ogni pallone. Incarneremo lo spirito del Portogallo, la Roma troverà 11 giocatori molto motivati e un Paese intero a sostenerli". Dello stesso avviso anche Danilo Pereira: "La Roma è una squadra molto completa e penso che il punto di forza sia l'attacco con giocatori veloci che segnano tanti gol. Dobbiamo trovare i loro punti deboli e attaccarli. Dovremo essere forti e uniti, solo così possiamo contrastare il loro gioco. Al 'Do Dragao' poi non sarà facile per loro".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa