WHATSAPP: 349 88 18 870

Allegri: 'Juventus più forte? È diversa dallo scorso anno'

Allegri: 'Juventus più forte? È diversa dallo scorso anno'

"La Juve è più forte? Ora non si può dire; certamente è diversa, perché sono arrivati giocatori con caratteristiche differenti". Così Massimiliano Allegri, alla vigilia del debutto in campionato. "La società - aggiunge il tecnico - ha fatto ottimi acquisti, ma lo scudetto non è automatico: bisogna meritarselo, nel calcio non c'è niente di facile; anzi, ogni anno è più difficile. Inter, Roma e Napoli saranno le nostre antagoniste, non necessariamente in quest'ordine". Ad ogni modo la Juventus resta la prima candidata al titolo. "Il primo obiettivo totale - precisa Allegri - è trovarci a marzo in lotta su tutti i fronti". Per arrivare in fondo, "dovremo spingere sull'acceleratore. E a fine anno preferirò aver avuto in stagione 50 infortunati e vincere, che solo 3 e perdere". Domani s'inizia con la Fiorentina allo Stadium. "Dovremo fare una gara di carattere: le prime partite sono sempre difficili, sono trappole. I viola sono una squadra tecnica, non ha cambiato l'ossatura e per questo sarà avvantaggiata". Sousa, "Con Juve squadra si motiva da sola" - Finalmente torna il calcio che conta, quello dove i tre punti diventano fondamentali. L'anno scorso l'inizio del campionato della Fiorentina di Paulo Sousa fu contro il Milan, quest'anno la Juventus: "Io punto sempre a migliorare me stesso e la squadra. La prestazione dell'anno scorso contro il Milan fu da un punto di vista tecnico-tattico in una sola direzione perché avevo già a disposizione tutti giocatori per mettere in campo una idea di calcio - osserva l'allenatore della Viola alla vigilia della gara con i bianconeri a Torino domani sera - quest'anno abbiamo uno svantaggio perché non abbiamo ancora la rosa al completo e dobbiamo affrontare una squadra che da cinque anni sta dominando". "Tornando alla partita - ha aggiunto - vogliamo dare meno punti di riferimento agli altri. Con due punte, una, vediamo. La Juve è stata costruita quest'anno anche per vincere in Europa. Se vediamo la serie A come un thriller, noi vogliamo essere uno degli interpreti protagonisti". Una Fiorentina che si appresta ad affrontare la Juventus con realismo e tanta voglia di fare bene, ma anche col sostegno dei tifosi: all'allenamento a porte aperte al Franchi erano in 4mila. "Ancora una volta - osserva Sousa - c'è la dimostrazione da parte del pubblico di come questi tifosi amino la maglia viola e lo si era già visto nella serata contro il Celta Vigo, dove lo stadio era pieno nonostante il periodo di vacanze. Dove può arrivare questa Fiorentina? Come vi ho sempre detto voglio aspettare la fine del mercato per valutare assieme alla società gli obiettivi da raggiungere".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

Catania, sventata rapina a Tir, sei arresti

 
Comiso, ecco il piromane del Comune

 
Santa Maria di Licodia: scardinano bancomat: arrestati

 

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa