WHATSAPP: 349 88 18 870

ADDIS ABEBA (ETIOPIA)

Rio: Etiopia,Lilesa sarà accolto da eroe

Argento maratona con gesto manette in segno di protesta

Rio: Etiopia,Lilesa sarà accolto da eroe

ADDIS ABEBA (ETIOPIA), 22 AGO - Feyisa Lilesa non dovrà affrontare alcuna accusa. Anzi, una volta tornato in patria riceverà "il benvenuto degno di un eroe". E' quanto ha assicurato un portavoce del governo etiope, a proposito del maratoneta che ai Giochi di Rio ha vinto l'argento tagliando il traguardo con i polsi incrociati nel gesto delle manette in segno di protesta per le persecuzioni contro l'etnia degli Oromo, tribù alla quale appartiene. Ieri Lilesa aveva manifestato il timore di essere ucciso o quanto meno imprigionato se fosse tornato in Etiopia dopo il gesto, diffuso dalle televisioni di tutto il mondo. Lilesa "non dovrà affrontare alcuna conseguenza per aver manifestato la sua posizione - ha detto Getachew Reda, portavoce del governo - Dopo tutto, è un atleta che ha assicurato una medaglia d'argento al suo Paese". Nonostante queste parole concilianti, resta da chiarire se l'atleta tornerà in Etiopia. Gli Oromo sono il più grande gruppo etnico dell'Etiopia con circa 40 milioni di persone.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa