home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Boxe, l'etneo Cavallaro con l'Italia Thunder nella sfida di Roma contro i britannici

Giovedì scatta la Wsb 2017: subito sul ring il pugile catanese

Boxe, l'etneo Cavallaro con l'Italia Thunder nella sfida di Roma contro i britannici

«Si tratta dell’esordio stagionale - spiega felice Salvatore Cavallaro che dal 2011 difende i colori del Gs Fiamme Oro, nell’ultimo allenamento alla Fitbull Palestre del papà, il maestro Giovanni Cavallaro -in un evento di grande spessore tecnico contro pugili di assoluto livello internazionale a partire dalla prima sfida di giovedì contro la squadra britannica. Mi sono preparato al meglio e non voglio deludere le attese».

«Ho cancellato definitivamente - continua Salvuccio Cavallaro, classe 1995 - l’amarezza la mancata partecipazione ai Giochi di Rio 2016. Sono giovane e avrò tempo di rifarmi per andare a caccia della qualificazione ai Giochi di Tokyo 2020, ma essere stato escluso da un pugile che poi è risultato positivo ai controlli antidoping fa certamente rabbia».

«Dopo quella mancata qualificazione - sottolinea Cavallaro - sono tornato in palestra ancora più motivato e superato un piccolo problema fisico, mi sto avviando verso la forma migliore e questo primo match di giovedì rappresenterà un test importante per capire il mio attuale stato di forma e cosa manca ancora per essere al top».

Giovedì contro i British Lionhearts, il matchi sarà valido come prima giornata del Gruppo Europeo-Africano di questa settima stagione delle Wsb. Altro incontro del girone dell’Italia Thunder, quello che vedrà sfidarsi venerdì in Marocco i Morocco Atlas e i French FIghting Roosters.

Salvatore Cavallaro arriva a questa seconda esperienza nelle Wsb con due anni di esperienza in più, un podio agli Europei elite nei 75 kg e una serie impressionate di ottimi risultati sul ring d’Italia e di tutto il Mondo e così ha tutte le carte in regola per migliorare il bilancio all’esordio due anni fa con l’Italia Thunder. Il ventunenne siciliano non ha ancora dimostrato tutto il suo potenziale e anche due anni fa era ancora in piena ascesa, ma ancora troppo giovane per un evento di questa portata e chiuse con 2 vittorie e 4 sconfitte.

Giovedì Cavallaro salirà sul ring con la squadra dell’Italia Thunder e sfiderà il croato Luka Plantić e sul ring saliranno anche gli altri azzurri Emilio Federico Serra (49 kg), Francesco Maietta (56 kg), Paolo Di Lernia (64 kg) e la stella della squadra azzurra Clemente Russo (91 kg).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa