home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Serie A: ormai il Palermo non lotta più, facile goleada per il Milan

Suso trascina i rossoneri che scavalcano in classifica l'Inter sconfitta a Crotone

Serie A: ormai il Palermo non lotta più, facile goleada per il Milan

MILANO - Dopo dieci giornate il Milan torna davanti all’Inter e sabato prossimo si presenterà con un punto di vantaggio e il vento in poppa al derby, fondamentale per la corsa all’Europa League e storico perché sarà il primo di Milano in salsa cinese. Sempre che, fra giovedì e venerdì, Li Yonghong riesca a completare l’acquisto della società rossonera. Se così andrà a finire l’infinita trattativa, l’ultima partita dell’era Berlusconi passerà alla storia come una passeggiata (4-0) sulle macerie del Palermo, sempre più vicino alla retrocessione, alla quinta sconfitta di fila, tutte incassando almeno tre reti.


Il tonfo dei nerazzurri a Crotone rende drammatica la domenica delle Palme per i siciliani, che giocano il finale in 10 (espulso Gonzalez) e ora sono penultimi a 5 punti dai calabresi. E’ perfetta invece quella di Montella: la sua squadra dilaga, sorpassa l’Inter e ora ha 7 giornate per mettere al sicuro il sesto posto e mirare al quinto dell’Atalanta (a +2).


Dopo tre anni senza coppe, il ritorno in Europa del Milan dipende in gran parte dal derby. In quest’ottica l’Inter dovrà temere un Deulofeu sempre più tonico e un Suso tornato in forma smagliante: dopo un mese di stop, il numero 8 spagnolo ha subito restituito alla squadra la fantasia e l’imprevedibilità smarrita nelle ultime settimane, soprattutto a Pescara.


La sua verve aiuta il Milan a entrare subito in partita e una sua perfetta punizione dopo 6' la sblocca. Poi, mentre l’Inter affonda a Crotone, l’attaccante esterno esibisce tutto il suo repertorio di finte, dribbling e cross, incluso quello per il raddoppio di Pasalic, bravo a battere Fulignati ma subito dopo ingenuo nel rimediare un’evitabile ammonizione che gli costerà la squalifica nel derby.


Stordita da Suso, la fascia sinistra del Palermo lascia praterie a Calabria e ne beneficia Bacca che, al 37', segna con un bel colpo di testa, concretizzando solo una delle 4-5 chance a disposizione. Nella tribuna di San Siro dove da sabato prossimo dovrebbero prendere posto Li e i nuovi dirigenti rossoneri, Galliani sfoga un’esultanza inevitabilmente più significativa nella sua ultima partita da amministratore delegato, impreziosita da una prodezza a metà ripresa di Deulofeu (volato poi a Barcellona per la nascita della figlia), il suo ultimo colpo di mercato dal costo basso e dal rendimento alto. Il futuro di Deulofeu, come quello di Suso, De Sciglio e Donnarumma dipende da possibilità e strategie del misterioso Li, che finalmente - salvo nuovi colpi di scena - si presenterà fra giovedì e venerdì e sabato esordirà a San Siro. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa