WHATSAPP: 349 88 18 870

Daspo di cinque anni a Pulvirenti e Cosentino«Se allo stadio rischiano incolumità»

Daspo di cinque anni a Pulvirenti e Cosentino «Se allo stadio rischiano incolumità»

Daspo della durata di cinque anni per Antonino Pulvirenti e Pablo Cosentino, rispettivamente ex presidente ed ex amministratore delegato del Calcio Catania indagati nell’ambito dell’inchiesta “I treni del goal”. Il provvedimento interdittivo vieta ai due di assistere a manifestazioni sportive, anche da semplici spettatori ed è stato emesso “in conseguenza del malcontento registrato in seno alla tifoseria locale”.

 

La Questura di Catania, ha ritenuto che “la semplice presenza di Antonino Pulvirenti negli impianti sportivi dove si esibisce la squadra del Calcio Catania, possa rappresentare un concreto pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica dei luoghi”. Il provvedimento interdittivo è stato emesso - secondo le valutazioni della Questura - “per preservare Nino Pulvirenti e Pablo Cosentino e tutti gli altri soggetti coinvolti da concreti rischi per la propria incolumità”. Per gli altri indagati Fernando Antonio Arbotti, Daniele Delli Carri, Piero Di Luzio, Giovanni Luca Impellizzeri e Fabrizio Milozzi, tutti ai domiciliari, è stato predisposto “l’avvio del procedimento amministrativo”, propedeutico all’emissione del Daspo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa