home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Pallanuoto, espugna Salerno e torna in A1: grande festa per la Nuoto Catania

Sei anni dopo quella storica promozione del 2011 conquistata a Bologna il club rossazzurro ha riportato Catania nella massima serie raggiungendo così i “cugini” dell’Ortigia Siracusa

Pallanuoto, espugna Salerno e torna in A1: grande festa per la Nuoto Catania

E’ di nuovo Serie A1. Una splendida, meravigliosa, Serie A1. La Nuoto Catania chiude la finalissima promozione in due partite espugnando 12-9 (dopo la vittoria in gara-1 di sabato scorso) la vasca dell’Arechi Salerno e festeggia il ritorno nella massima serie. Una cavalcata trionfale, un traguardo inseguito e voluto dal club rossazzurro del presidente Mario Torrisi che con un progetto tutto catanese ha centrato l’obiettivo. Oggi a Salerno, così come sabato scorso alla piscina Francesco Scuderi di via Zurria, la Nuoto Catania ha gestito con intelligenza i primi due tempi per poi piazzare un break devastante nel terzo parziale che non ha lasciato scampo ai campani. La maturità tecnica e tattica di alcuni giocatori come Giorgio Torrisi, Giorgio La Rosa e Alessio Privitera e una preparazione fisica al top hanno poi fatto la differenza. La Nuoto Catania di Peppe Dato è infatti arrivata alle fase finali del campionato in grandissime condizioni fisiche, capace di nuotare e lottare su ogni pallone per quattro tempi stroncando ogni avversario minuto dopo minuto.

E’ di nuovo Serie A1. Lo aveva detto all’inizio della stagione il presidente Mario Torrisi: “Abbiamo costruito una squadra forte e di grande prospettiva, i nostri giovani stanno crescendo. Vedrete che disputeremo un campionato da protagonisti. L’obiettivo minimo è raggiungere i play off promozione, poi... se dovessimo trovarci al posto giusto al momento giusto, di certo non ci tireremo indietro”. E così è stato. Al temine di una stagione gestita in maniera impeccabile riducendo al minimo le amnesie in trasferta (tallone d’Achille della stagione precedente), la Nuoto Catania ha chiuso la regular season al secondo posto e si è tuffata nei play off con la... fame giusta, spazzando senza dovere ricorrere alla partita di spareggio prima i liguri del Lavagna e poi l’Arechi Salerno.

E’ di nuovo Serie A1. Sei anni dopo quella storica promozione del 2011 conquistata a Bologna il club rossazzurro ha riportato Catania nella massima serie raggiungendo così i “cugini” dell’Ortigia Siracusa. Una festa fatta di sacrifici e grande impegno. Di lavoro duro e quotidiano nonostante mille difficoltà. Oggi, nel giorno delle celebrazioni, il pensiero non può non andare a Francesco Scuderi, a chi da lassù ha sicuramente tifato come un matto spingendo la sua Nuoto Catania di nuovo in Serie A1, lì dove l’aveva riportata lui nel 2011. Francesco Scuderi, indimenticato e indimenticabile “deus ex machina” del club rossazzurro non è più con noi da tre anni anni e mezzo e ci manca ancora come il primo giorno. Ed è a lui che va il pensiero più bello di un’altra indimenticabile giornata della pallanuoto catanese.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa