home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il Toro in nove batte il Palermo e vola in classifica: Iachini ora trema

Il Toro in nove batte il Palermo e vola in classifica: Iachini ora trema

Terzo ko consecutivo per i rosanero: panchina sempre più traballante
Il Toro in nove batte il Palermo e vola in classifica: Iachini ora trema
TORINO - Con le unghie e con i denti. Il Torino di Ventura, prima in dieci poi addirittura in nove uomini per le espulsioni di Molinaro e Obi, strappa al Palermo una vittoria che vale il momentaneo secondo posto in classifica, complice il pareggio fra Sassuolo e Chievo. Gonzalez fa e disfa con un’autorete e un gol, decide una perla di Benassi da raccontare ai nipoti. Inizio match piuttosto prudente da parte delle due squadre che traccheggiano a centrocampo senza affondare il colpo. I rosanero soffrono l’assenza di un punto di riferimento davanti: Quaison, Trajkovski e un Vazquez alquanto pigro fanno molto movimento ma non riescono a far salire la squadra. I padroni di casa, ordinati e nulla più, faticano a trovare il varco giusto. Ci prova Quagliarella, due volte: all’11’ con un molle diagonale che finisce tra le braccia di Sorrentino e al 15’ con un tocco al volo su lancio dalle retrovie, ma il pallone finisce alto sopra la traversa.     Alla mezzora si sveglia la squadra di Iachini con due colpi di testa, abbondantemente fuori misura, di Daprelà e Chochev. Palermo più presente col passare dei minuti e al 40’ Trajkovski coglie l’incrocio dei pali su punizione: Padelli non ci sarebbe arrivato. Solo un numero o un’azione rocambolesca può sbloccare la partita, e così è: al 44’ Molinaro crossa rasoterra dalla sinistra, Gonzalez interviene in scivolata per anticipare Maxi Lopez, che parte da posizione alquanto dubbia, El Galina tenta di deviare di testa senza riuscirci e il pallone si insacca nonostante il tentativo disperato di Sorrentino. Autogol del difensore, Torino in vantaggio.     Quello che succede in apertura di ripresa è da stropicciarsi gli occhi. È il 3’ quando Maxi Lopez effettua un lancio senza grosse pretese per Benassi, defilato sulla destra. Il centrocampista scuola Inter sfodera un destro al volo degno di Van Basten: pallone sotto l’incrocio opposto, nulla da fare per Sorrentino. Iachini corre ai ripari e getta nella mischia Gilardino per Rispoli. Nonostante l’espulsione di Molinaro al quarto d’ora (doppia ammonizione, dentro Gaston Silva per Maxi Lopez), la bilancia del match resta a favore del Torino, che controlla senza particolari patemi.     Un’invenzione di Vazquez, però, la riapre al 27’: pennellata dalla sinistra e Gonzalez va a prendersi il riscatto personale con una perfetta incornata che lascia Padelli impietrito. Gli ospiti ci credono e tentano il forcing. Altro cross del Mudo al 31’ e colpo di testa alto non di molto di Quaison. Quagliarella, molto isolato nel finale, ci prova al 38’ in duetto con Acquah ma il suo destro sfiora la traversa. Finale con i nervi a fior di pelle: dopo un doppio dribbling di Vazquez Obi entra durissimo sull’italo-argentino, Mariani opta per il rosso diretto e quasi scoppia una rissa che costa anche un giallo ad El Kaoutari. Con i granata in nove il Palermo prende d’assalto l’area avversaria e pesca un’altra traversa con Struna, di testa, su cross di Hiljemark. Ancora lo svedese e Gilardino vanno vicino al bersaglio, ma dopo un lungo recupero vissuto in apnea il Torino vince e sale alle spalle dell’Inter. Per il Palermo invece - dopo la terza sconfitta consecutiva (Milan, Sassuolo e appunto Torino) - si fa sempre più difficile la posizione dell’allenatore Iachini. E vista la fama di mangia-allenatori del presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, non sono esclusi colpi di scena.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa