home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Petrosino, poliziotto in pensione ucciso a colpi di pietra

L'uomo è stato trovato morto in contrada Ramisella all'interno di un vigneto di sua proprietà. E' stato un cognato a scoprire il cadavere dopo l'allarme lanciato dai familiari

Petrosino, poliziotto in pensione ucciso a colpi di pietra

TRAPANI - E’ un giallo l’ uccisione a Petrosino, nel Trapanese, di un agente della polizia di Stato in pensione, Salvatore Bilardello, 66 anni, assassinato con colpi di pietra in testa. Apparentemente un delitto al momento senza movente. L’uomo è stato aggredito nel vigneto della sua campagna di contrada Ramisella. Aveva lasciato il commissariato di Mazara del Vallo nel 1997 per andare in pensione, e non si sarebbe occupato durante il suo servizio di indagini particolarmente delicate. Questo aspetto e il fatto che siano trascorsi 20 anni dall’ultimo giorno di lavoro da poliziotto fanno ritenere ai carabinieri che indagano di potere ""escludere legami l’omicidio e il passato della vittima nella polizia di Stato».


Resta un mistero il movente, anche se l’'armà usata, una pietra, fa pensare ad un delitto non premeditato, ma scaturito magari al culmine di una lite. Bilardello, che era originario di Marsala, ma residente a Mazara del Vallo, potrebbe avere incontrato un ladro in azione, o avere avuto una discussione degenerata nella tragedia.


L’omicidio è avvenuto nella tarda serata di ieri. Il corpo, con il cranio fracassato, è stato trovato, da un cognato della vittima, poco prima di mezzanotte. I familiari, all’imbrunire, non vedendolo rincasare, si erano allarmati. Sapevano che doveva recarsi in campagna, a Ramisella di Petrosino, dove possedeva un appezzamento di terreno coltivato a vigneto. Ed è stato proprio lì che il cognato, accompagnato da alcuni familiari, ha fatto la macabra scoperta. Ha chiamato subito i carabinieri che sono arrivati sul posto e hanno avviato le indagini del caso.


Per ricostruire la personalità della vittima gli investigatori dell’Arma hanno sentito, da subito, familiari e conoscenti. Stanno interrogando anche vicini da casa e amici nel tentativo di ricostruire gli ultimi movimenti e le frequentazioni di Bilardello. Secondo quanto si è appreso dalle prime affermazioni non sono emersi elementi utili a ricostruire un movente. L’ex poliziotto era infatti una persona tranquilla e apparentemente senza contrasti personali.
Le indagini dei carabinieri sono coordinate dalla Procura di Marsala che ha aperto un fascicolo per omicidio e disposto l'autopsia. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa