home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sequestro motopesca "Anna Madre" in Tunisia, caso verso soluzione

Da ambienti della marineria di Mazara del Vallo trapela la possibilità di risolvere al più presto la vicenda del sequestro avvenuto in acque internazionali

Sequestro motopesca "Anna Madre" in Tunisia,  caso verso soluzione

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) - Potrebbe definirsi tra domani e martedì prossimo la vicenda legata al sequestro, da parte di militari tunisini, venerdì notte, in acque internazionali, del peschereccio di Mazara del Vallo «Anna Madre», con a bordo un equipaggio misto di marittimi siciliani e tunisini i cui familiari, a Mazara del Vallo, seguono con ansia l'evolversi dell’accaduto. E’ quanto si apprende da ambienti della marineria di Mazara del Vallo.


Ieri pomeriggio il peschereccio era stato trasferito dal porto militare di Sfax, dove era stato condotto dalle unità tunisine, a quello commerciale. Circa lo stato di salute dei componenti dell’equipaggio giungono notizie rassicuranti: ieri una delegazione dell’ambasciata italiana a Tunisi aveva fatto visita ai marinai. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO