home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Cadavere nel fiume Belice: potrebbe essere di operaio scomparso

Il corpo trovato galleggiante alla foce del fiume a Selinunte, potrebbe essere quello di Paolo Giovanni Privitera, di cui si erano perse le tracce da quattro giorni. Gli investigatori non escludono l'ipotesi suicidio

Cadavere nel fiume Belice: potrebbe essere di operaio scomparso

Selinunte (TRAPANI) - Il cadavere di un uomo è stato trovato intorno alle 17 alla foce del fiume Belice, a Selinunte, nella zona del Ponte di Ferro. Il corpo galleggiava a faccia in giù sull'acqua e il recupero, effettuato dai vigili del fuoco, si è rivelato difficile a causa della presenza di una folta vegetazione spontanea. Sono intervenuti agenti del commissariato e loro colleghi della squadra mobile di Trapani che si trovavano già a Castelvetrano per le ricerche di un cinquantenne scomparso 4 giorni fa, Paolo Giovanni Privitera.

Non si esclude che il cadavere sia del cinquantenne e che possa trattarsi di un suicidio. Il riconoscimento è difficile perché il corpo è rimasto per alcuni giorni in acqua. Anche gli abiti che indossava appaiono deteriorati. La salma è stata portata all’obitorio del cimitero di Castelvetrano dove è in corso l’ispezione cadaverica da parte del medico legale. Nei prossimi giorni dovrebbe tenersi l'autopsia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO