WHATSAPP: 349 88 18 870

Coppa Italia, il Catania passa il turno
2 a 0 all'Akragas con Calil e Paolucci

Per i rossazzurri una prestazione positiva in vista dell'esordio in campionato di domenica. Buona Akragas ma poco concreta in avanti

Coppa Italia, il Catania passa il turno2 a 0 all'Akragas con Calil e Paolucci

CATANIA - Il Catania si qualifica al secondo turno della Coppa Italia di Lega Pro battendo per xxxx l’Akragas al Massimino al termine di una patita ricca di occasioni e di capovolgimenti di fronte. Il match è risolto dai rossazzurri nella ripresa: prima con Calil che al settimo segna un gol bellissimo, con un tiro al volo che si è insaccato nel sette della porta difesa da Pane. Poi all’’80° è Paolucci che trasforma un rigore.

Le formazioni. Pino Rigoli sceglie un Catania piuttosto sperimentale. A riposo Biagianti, Di Cecco e Piscitella, subito in campo il brasiliano Gladestony. In porta Pisseri, linea difensiva con Nava, Drausio, Bastrini e Djordjievic. In mezzo Gladestony, Scoppa e Fornito e in avanti Russotto e Paolil con Calin appena dietro.

L’Akragas è la stessa che ha battuto all’Esseneto il Siracusa con il trio di attaccanti, Salvemini, Longo e Gomez, a centrocampo Pezzella a dettare il ritmo con Salandria e Carrotta a sostegno. Linea a 4 con Scruglia, Cazè, Carillo e Russo e in porta Pane.


La cronaca. Ma al 7’ la prima vera occasione è dell’Akragas: Salandria lancia in profondita Gomez, ma sul suo diagonale è pronto Pisseri. Il Catania cerca il possesso palla e tenta combinazioni veloci ma è ancora l’Akragas che va vicino al gol all’11 con Longo che da 30 metri tira e sfiora di un niente la traversa. Il Catania si fa vivo con un bel tiro a girare di Fornito che finisce di poco al lato. Altra occasione ghiotta per i biancazzurri, oggi in rosso, con Gomez che dopo un pasticcio della difesa del Catania sceglie la rovesciata non centrando la porta. Ci prova anche Gladestony. Fino all’occasionissima del 24 con Paolucci che spara a colpo sicuro e Pance che compie un miracolo. Un altro miracolo lo fa Pisseri che prima sbaglia non sbloccando una punizione di Gomez e poi para il tiro a colpo sicuro di Carrotta. Allo scadere c’è un’altra grande occasione per il Catania con Calil che solo a porta spalancata spara su Cazè e Pane.

Nella ripresa Akragas subito pericolosa: contropiede alla velocità della luce ispirato da Longo, Gomez conclude ma Pisseri c’è. Sul capovolgimento di fronte, siamo al 7’, è Calil che porta in vantaggio il Catania con un bellissimo tiro al volo dal limite dell’area che supera Pane e si insacca all’incrocio dei pali. Il gol cambia le carte in tavola perché ora l’Akragas non può più giocare con il suo piatto forte che è il contropiede e dunque per i rossazzurri ci sono più spazi anche perché l’Akragas si allunga vistosamente e il pressing cala di intensità e il Catania sulle fasce apre molto bene il gioco. Al 18’ c’è un episodio dubbio nell’area del Catania: Gomez cade dopo un contatto con Nava, gli ospiti invocano il rigore, ma l’arbitro lascia correre.

Pino Rigoli cerca di dare maggiore profondità al gioco del Catania tornando ad un 4 3 3 puro: entra Di Grazia ed esce Calil. Ma è ancora l’Akragas che va vicino al pareggio con Carillo che su un’azione scaturita da un angolo tira sfiorando il palo di Pisseri. Di Napoli prova a smuovere le acque passando ad una sorta di 4 2 3 1: fuori Carrotta e dentro Zanini. Ma non c’è nemmeno il tempo di sistemarsi sul campo che l’arbitro dà il rigore al Catania per un fallo in area su Gladestony che costa anche l’espulsione, per proteste di Cazè. Sul dischetto va Paolucci ed è 2 a 0. Pino Rigoli dà anche spazio a Piscitella e Bucolo e fa respirare Russotto e Fornito ma la partita è ormai in ghiaccio. Prima del fischio finale c'è il tempo anche l'espulsione di Bucolo che praticamente non fa in tempo a toccare palla.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP