WHATSAPP: 349 88 18 870

Rifiuti, la Srr agrigentina contro la Catanzaro: "Prezzo raddoppiato per la discarica di Siculiana"

Ma la ditta si difende: "Le nostre tariffe in linea con quelle degli altri operatori, l'aumento conseguenza dell’introduzione di un ulteriore livello di trattamento dei rifiuti che comporta maggiori oneri ed investimenti"

Rifiuti, la Srr agrigentina contro la Catanzaro: "Prezzo raddoppiato per la discarica di Siculiana"

La discarica di Siculiana

L’Assemblea dei soci della Srr Ato 4 di Agrigento, ha deliberato «di respingere con forza la pretesa da parte della Ditta Catanzaro, gestore della discarica sita in Contrada Materana - Siculiana, di fare sottoscrivere una convenzione a tutti i Comuni per consentire il conferimento dei rifiuti».

«La convenzione – dice una nota - prevede un costo di oltre 153 euro a tonnellata esclusi oneri accessori, assolutamente insostenibile per i Comuni e per la popolazione servita, stante che l’onere previsto risulta pressoché raddoppiato rispetto a quello precedentemente praticato, facendo notevolmente incrementare i costi, già eccessivi, del servizio d’igiene ambientale. In questo senso tutti i sindaci, e i rappresentanti dei Comuni che, paventando un blocco del conferimento, così come minacciato dalla ditta Catanzaro, avevano già aderito a tale convenzione, esprimono unitariamente una posizione di contrarietà netta e decisa, respingendo tale ingiustificato aumento».

I sindaci «diffidano, inoltre, la ditta Catanzaro a dare seguito alla minacciata chiusura della discarica, che comporterebbe per la popolazione gravissimi disagi di carattere igienico-sanitari, nonché l’interruzione di un pubblico servizio che, infatti, in quanto tale, prevede un provvedimento regionale per l’individuazione del prezzo. Sono stati prontamente informati il prefetto di Agrigento ed il Presidente della Regione Sicilia, affinché ognuno, per la parte di rispettiva competenza, possa intervenire per dirimere la questione».

Ma la ditta Catanzaro ha respinto le accuse: “Il prezzo praticato è di 123,5 euro per tonnellata e non 153 come erroneamente riportato dalla Srr. Il prezzo è perfettamente in linea rispetto ai prezzi praticati da altri operatori ed è conseguenza dell’introduzione di un ulteriore livello di trattamento dei rifiuti che comporta maggiori oneri ed investimenti interamente sostenuti dall’azienda che continua ad applicare le migliori tecnologie assicurando elevati livelli standard del processo produttivo. Puntualizziamo inoltre che pur in assenza di alcun rapporto contrattuale formalizzato a tutt’oggi abbiamo fornito le prestazioni in favore dei nostri potenziali clienti”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa