WHATSAPP: 349 88 18 870

Lega Pro, l'Akragas "stecca" la prima, la Vibonese strappa un pari

In vantaggio nel primo tempo grazie a Gomez, i biancazzurri si fanno raggiungere nella ripresa dall'ex Saraniti

Lega Pro, l'Akragas "stecca" la prima, la Vibonese strappa un pari

L’Akragas stecca la prima partita in casa pareggiando contro la ripescata Vibonese. I biancazzurri nel primo tempo erano riusciti a passare in vantaggio ma uscito Pezzella si è spentra la luce e la Vibonese dai e dai è risuscita a pareggiare senza nemmeno strafare.

Di Napoli schiera la formazione annunciata con Riggio al centro della difesa al posto di Cazè e Zanini a centrocampo al posto di Carrotta assenti per squalifica. Per il resto lo stesso Undici che ha perso, ben figurando, contro il Catania in Coppa Italia. Nella file della Vibonese ci sono invece due ex dell’Akragas ai tempi della serie D, il centravanti Saraniti e il centrocampista Giuffrida.

Già al 7’ la prima occasione gol per l’Akragas: cross tagliato dalla destra di Salandria, Longo spizza di testa ma la palla attraversa lo specchio della porta e si perde sul fondo. Akragas meglio sul piano del gioco con qualche pericoloso inserimento di Zanini, ma non ci sono grosse occasioni anche perché la squadra tende ad allungarsi. Ma al 26’ l’Akragas la sblocca: Pezzella mette un pallone flitrante per Salvemini, l’esterno biancazzurro tira, ma il pallone è “rallentato” da un difensore calabrese. Al pallone si avventa Gomez che con un pallonetto supera il portiere avversario e Manzo la tocca prima che il pallone entri nell’estremo tentativo di evitare il gol. La temperatura superiore ai 30 gradi non consente di mantenere ritmi alti e si fa al piccolo trotto. Ma al 43’ è Longo che regala un brivido ai tifosi biancazzurri quando si avventa su un pallone messo in mezzo da Scrugli senza centrare la porta.

La ripresa si apre con un episodio dubbio: Zanini tira da fuori area e Manzo all’interno dell’area ribatte ma con il braccio un po’ largo. L’arbitro però fa ampi cenni: si gioca e

non c’è fallo. Il pareggio della Vibonese arriva dal nulla: al 68’ pallone lungo, i tre difensori agrigentini sono contro Saraniti che riesce a controllare e a mettere dentro. E’ il classico gol dell’ex (che va sotto lo spicchio della sua curva a festeggiare). L’Akragas prova il 4 2 3 1 con Garcia nella mischia ma sembra avere accusato il colpo mentre la Vibonese sembra accontentarsi del pari. I ritmi sono bassissimi. Gomez ci prova di testa ma il pallone è alto. Alla fine arriva un pari che va benissimo per i calabresi.

Tabellino

Akragas (4 3 3) Pane, Scrugli, Carillo, Riggio, Russo (dal 73’ Garcia); Zanini, Pezzella (dal 57’ Coppola), Salandria; Longo, Gomez, Salvemini. A disp.: Addario, Assisi, Sepe, Leveque, Rotulo, Caternicchia, Incardona. All.: Raffaele Di Napoli.

Vibonese (4 4 2): Russo; Franchino; Paparusso, Sicignano, Manzo; Giuffrida dal 76’ Tindo), Scapellato (dal 67’ Yabre), Legras, Chiavazzo; Saraniti, Leonetti (dal 46’ Rossetti). A disp.: Cetrangolo, Cinquegrana, Sabata, Lettieri, Tindo, Caridi, Buda, Surace, Mengoni. All.: Francesco Costantino.

Arbitro: Camplone di Pescara (Solazzi e Di Monte).

Reti: Gomez (A) al 26’, Saraniti (V) al 68’

Note: Spettatori: 1500 circa; ammoniti Gomez; angoli: 5 a 4; recupero 1’ e 4’.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP