WHATSAPP: 349 88 18 870

Ragusa, chiusa casa del piacere
I poliziotti scambiati per clienti
"Venite, entrate uno alla volta"

La Squadra mobile ha identificato una donna cubana di 35 anni. Le tariffe oscillavano tra le 50 e le 200 euro a seconda delle richieste e dei gusti. Il proprietario dell'immobile rischia la confisca

Ragusa, chiusa casa del piacereI poliziotti scambiati per clienti"Venite, entrate uno alla volta"

La Squadra Mobile di Ragusa ha chiuso un’altra casa a luci rosse in centro a Ragusa. La segnalazione è arrivata da alcuni cittadini di Corso Mazzini e così la Polizia ha predisposto un servizio mirato.

E ieri è scattato il blitz: si è visto un uomo uscire dall’abitazione che è stato subito fermato ed identificato. I poliziotti hanno notato una donna in abiti succinti che peraltro, scambiando per clienti gli agenti, li ha invitati ad entrare per non dare nell’occhio.

GUARDA IL VIDEO DEL BLITZ

Il cliente ragusano confermava di aver consumato un rapporto sessuale a pagamento per la somma di 50 euro. La donna di origini cubane di 35 anni, si presentava sull’uscio con una vestaglia trasparente ed all’interno della casa si notavano sul comodino numerosi preservativi ed oggetti utilizzati per i giochi erotici; la stessa confermava di esercitare la prostituzione in quella casa, presa in affitto da una sua amica che le aveva lasciato l’uso della stessa da pochi giorni e di non conoscere il proprietario dell’immobile.

La ragazza era già stata identificata a Ragusa in un’altra casa a luci rosse chiusa l’anno scorso ed a suo dire era andata via per i troppi controlli, tornando a distanza di un anno sperando che la situazione si fosse calmata.

Dopo aver scambiato i poliziotti per clienti ed averli invitati ad entrare uno alla volta, si è scusata per la sua disattenzione, quindi ha fatto i bagagli ed è andata via.

Sono in corso accertamenti sul proprietario di casa attualmente irreperibile; una volta convocato in ufficio sarà diffidato dall’affittare casa a prostitute.

Nel 2015 sono state chiuse ben 15 case, la maggior parte nel comune di Ragusa ma anche in altre zone. Diversi sono stati i sequestri delle abitazioni adibite dai proprietari o locatari a luoghi dove poter consumare sesso a pagamento.

Anche in questo caso si trovano conferme sul giro d’affari che è di rilevante entità, tutto dipende dalle richieste dei clienti, i prezzi oscillano da 50 a 200 euro, dipende dai “gusti” e dalle richieste sessuali, a volte possono arrivare a prezzi ancora più alti, come per il sesso di gruppo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP