WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, ciclista travolto e ucciso da un'auto: caccia al "pirata della strada"

La vittima aveva 50 anni e stava percorrendo la strada che da Pergusa conduce al capoluogo. L'investitore potrebbe avere le ore contate

Enna, ciclista travolto e ucciso da un'auto: caccia al "pirata della strada"

ENNA - Investito ed ucciso da un pirata della strada, mentre rientrava da un allenamento con la sua bicicletta. E’ accaduto ieri pomeriggio intorno alle 18 sulla Enna-Pergusa, all’altezza del ristorante “Il Mito”. A perdere la vita, Maurizio Vaneria, 50 anni, originario di Valguarnera ma da anni residente a Enna, artigiano, sposato e padre di due figli adolescenti, atleta amatoriale delle due ruote che aveva partecipato a diverse competizioni, tesserato di un club ciclistico ennese.

 
È caccia al pirata della strada che ha investito in pieno il cinquantenne e che dopo l’impatto è fuggito. A provocare il drammatico incidente sarebbe stata un’Alfa 156 vecchio modello di colore amaranto alla quale polizia e carabinieri stanno ora dando la caccia. La vettura è stata segnalata all’altezza dell’ospedale Umberto I poco dopo l’incidente. A notarla un appartenete alle forze dell’ordine, che insospettito dalla forte velocità e dal parabrezza in frantumi ha segnalato l’auto, alla quale già si stava dando la caccia perché già una decina di minuti prima era avvenuto il gravissimo incidente.

 

Il pirata della strada, comunque potrebbe avere le ore contate, considerata la descrizione della vettura e le immediate ricerche che sono state avviate. Secondo la prima ricostruzione sulla base dei rilievi, l’auto pirata procedeva a forte velocità da Pergusa in direzione Enna e non ha evitato il ciclista che stava procedendo a bordo strada nella stessa direzione. Vanaria sarebbe stato centrato dall’auto e sbalzato sul cofano, come testimonierebbe il parabrezza rotto segnalato dal testimone. Il cinquantenne a quel punto è rimbalzato sull’asfalto. Non è chiaro se il pirata della strada fuggendo lo ha ulteriormente investito quando era già sull’asfalto.

 

Gli inquirenti hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza della la zona e delle principali arterie in uscita da Enna.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa