WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, la Cassazione conferma le condanne, arrestati tre esponenti del clan Placenti

La Squadra mobile li ha catturati: devono scontare pene che vanno dai tre anni e dieci mesi a quattro anni

Catania, la Cassazione conferma le condanne, arrestati tre esponenti del clan Placenti

La Cassazione ha confermato le condanne e tre esponenti del clan dei Ceusi sono stati arrestatui e portati in carcere dalla Squadra Mobile di Catania. Si tratta di Rosario Luca Privitera di 40 anni, per il quale è stato emesso un ordine di carcerazione dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, perché deve espiare tre anni e dieci mesi per associazione mafiosa (clan Piacenti) ed usura aggravata; di Antonio Tavolacci di 44 anni che deve scontare tre anni e 11 mesi per associazione mafiosa (clan Piacenti) ed usura aggravata e Mario Lionti di 42 anni, che deve scontare 4 anni per reati in materia di stupefacenti.

GUARDA LE FOTO

I tre sono stati catturati dalla Squadra Mobile dopo che la sentenza è divenuta definitiva a seguito della pronuncia della Corte Suprema di Cassazione. I tre erano stati arrestati dalla Squadra Mobile di Catania nel novembre del 2009 nell’ambito dell’operazione “Morus” quando nel corso di un blitz antimafia vennero arrestate 25 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa (clan Piacenti intesi “ceusi”), traffico di droga, estorsione, usura ed altri reati, tutti aggravati dall’at. / e cioè per avere agevolato Cosa nostra.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa