WHATSAPP: 349 88 18 870

Milazzo, adesca e violenta una turista, arrestato 45enne

La vittima l'ha denunciato dopo essere riuscita a sfuggire completamente nuda dall'auto

Milazzo, adesca e violenta una turista, arrestato 45enne

Adesca una giovane straniera e la violenta. Con l’accusa di violenza sessuale i carabinieri della Stazione di Milazzo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto – Ufficio GIP su richiesta della locale Procura della Repubblica – per un uomo di 45 anni, M.T.A., residente a Venetico.

A denunciarlo è stata la vittima. Poi le indagini coordinate dal sostituto procuratore Matteo De Micheli, hanno consentito di fare i necessari riscontri e a raccogliere elementi utili per l’identificazione dell’aggressore. La violenza risale al 16 settembre scorso quando la vittima è stata adescata nei pressi di un bar del lungomare di Venetico. L’uomo l’ha convinta a seguirlo a bordo della propria autovettura prima offrendole numerosi drink alcoolici e quindi promettendole di accompagnarla a Milazzo per trascorrere la notte in discoteca. Ma giunti a Milazzo, l’uomo si dirigeva con il proprio veicolo in una zona isolata della spiaggia di levante, ove si appartava. Accortasi delle cattive intenzioni del suo accompagnatore, la ragazza straniera tentava di fuggire dal veicolo ma veniva bloccata dall’uomo e subito dopo essere denudata, costretta, con violenza, a subire le molestie dell’uomo. La vittima, tuttavia, approfittava di un momento di distrazione e riusciva a fuggire dal veicolo, seppur completamente nuda, portando con sè la propria borsa dove teneva custodito il cellulare. Quindi si rifugiava in una boscaglia e chiedeva aiuto dapprima telefonicamente e poi, raggiunta una zona più sicura, con grida ad alta voce che richiamavano l’attenzione di una coppia che accorreva prestandole i primi soccorsi. Nel frattempo l’uomo riusciva a darsi alla fuga a bordo del proprio veicolo, mentre la giovane donna veniva accompagnata dai militari intervenuti presso il pronto soccorso dell’ospedale di Milazzo per le cure del caso.

Il primo sopralluogo e le immediate attività di indagine condotte dai militari della Stazione di Milazzo e coordinata dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto guidata dal Procuratore Emanuele Crescenti, hanno consentito di identificare in poche ore l’autore della violenza sessuale. Pertanto veniva espletata perquisizione a bordo del veicolo in uso all’autore del reato che consentiva di rinvenire a bordo della stessa alcuni oggetti personali di proprietà della vittima, da lei persi durante le fasi della violenza e quindi di raccogliere un quadro indiziario grave e tale da consentire l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa