WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, Di Grazia show, il Catania schianta il Messina

Al Massimino finisce 3 a 1 per la squadra di Pino Rigoli, con il fantasista assoluto protagonista del match

LegaPro, Di Grazia show, il Catania schianta il Messina

Andrea Di Grazia

Catania. Il Di Grazia day. Il giorno perfetto di Andrea. Segna, catanese, tre gol al Messina nel derby e allontana i venti di crisi di un Catania che ritrova la vittoria dopo quella iniziale con la Juve Stabia. Il Messina non si è mai arreso, nonostante fosse schiacciato da una netta supremazia dei rossazzurri. Pozzebon è un attaccante da seguire, ha fatto reparto da solo.

Già al primo affondo, il Catania sfiora la marcatura con Calil, servito da Di Grazia, che tira addosso al portiere da due passi. Il protagonista del match è proprio Di Grazia, catanese che dopo 15' segna il suo primo gol al Massimino dopo aver scambiato con Djordjevic e ricevuto palla sullo spazio stretto da Calil: 1-0. Barisic fallisce il 2-0 (palla alta sopra la traversa su assist dello stesso Di Grazia) e dopo 21 minuti, il Messina reagisce con la bordata di Pozzebon che timbra la traversa. Ma Di Grazia torna sulla scena a punire una difesa, quella giallorossa, in netta difficoltà, segnando il 2-0 in scivolata dopo aver portato palla su rimessa laterale. Segna Calil, ma in fuorigioco quando si alza il tabellone dei due minuti di recupero. Il gol di Pozzebon, poco prima del riposo, riapre un match che sul piano tattico resta chiuso per la supremazia di un Catania che, al di là del gol, controlla il match.

Nella ripresa il Catania torna pericoloso al 22' col palo di Russotto, con una conclusione in diagonale dopo una bella progressione. Segna ancora Calil, ma in fuorigioco, dopo una punizione di Pozzebon respinta in angolo da Pisseri.

Sempre Di Grazia completa la sua giornata perfetta con il 3-1: inserimento sullo spazio e portiere battuto in uscita.

Il Tabellino

Catania (4-3-1-2): Pisseri 6; Parisi 6, Drausio 6, Bergamelli 6,5, Djordjevic 6,5; Di Cecco 6,5, Bucolo 6,5, Biagianti 6,5 (37' s.t. Silva s.v.); Calil 6; Barisic 5,5 (11' s.t. Russotto 6), Di Grazia 9 (43' s.t. Scoppa s.v.). All. Rigoli 7. A disp. Matosevic, De Rossi, Mbodj, De Santis, Nava, Scoppa, Piermarteri, Russotto, Piscitella, Anastasi, Paolucci.

Messina (4-3-1-2): Berardi 5; Mileto 5, Palumbo 5,5, Bruno 5,5, De Vito 5,5; Lazar 5,5, Musacci 6 (32' s.t. Gaetano s.v.), Capua 6 (10' s.t. Madonia 6); Mancini 6,5; Ferri 5,5, Pozzebon 7,5. All. Marra 6. A disp. Russo, Marseglia, Maccarrone, Rea, Bramati, Rafati, Ricozzi, Akrapovic, Crudo.

Arbitro: Balice di Termoli 6(Benedettino di Bologna, Scarica di Castellammare di Stabia).

Reti: Di Grazia al 15' p.t. e al 42' p.t. Pozzebon al 45' p.t. Di Grazia al 36' s.t.

Note: Spettatori 9.496 (4.727 paganti, 4.769 abbonati, 287 tifosi ospiti). Incasso 45.580.

Note: Angoli 1-4; ammoniti: Musacci, Djordjevic, Bruno, Di Cecco, Palumbo.

Recupero 2' e 4'

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa