WHATSAPP: 349 88 18 870

Licata, taglieggiavano i dipendenti, due imprenditori in manette

L'inchiesta della Procura di Agrigento dopo la denuncia di uno degli ex lavoratori. Le misure, eseguite dalla Guardia di finanza, comprendono anche tre divieti di dimora

Licata, taglieggiavano i dipendenti, due imprenditori in manette

Due persone sono state arrestate, e poste ai domiciliari, ed ad altre tre sono stati notificati i divieti di dimora a Licata.

Sono tutti accusati di estorsione. Ad eseguire, all’alba, l’ordinanza di custodia cautelare e di sequestro preventivo firmata dal Gip del tribunale di Agrigento su richiesta della Procura guidata dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, sono stati i carabinieri di Agrigento e i militari della tenenza di Licata della Guardia di finanza.

I fatti di estorsione, in danno di alcuni dipendenti delle cooperative sociali «Arcobaleno» e «Libero Gabbiano», si sarebbero verificati a Licata fino a tutto il 2015. Le indagini hanno avuto slancio - rende noto la Procura - grazie alla denuncia formalizzata, il 13 settembre del 2013, da un ex dipendente della cooperativa «Arcobaleno».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa