home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Campobello di Licata, chiedono tangente a imprenditore, un video incastra funzionari dell'Utc

I carabinieri hanno arrestato in flagrante un dipendente del Comune che ha poi tirato in ballo il dirigente: «I soldi li dovevo spartire con lui»

I carabinieri di Agrigento hanno arrestato, in flagranza di reato, per concussione in concorso, un geometra dell’Ufficio tecnico del Comune di Campobello di Licata (Ag), Francesco Gioacchino La Mendola, e sottoposto a fermo un funzionario del settore ambiente, Giuseppe Lo Nigro.
L’inchiesta, coordinata dal Pm Carlo Cinque, nasce dalla segnalazione di un imprenditore che opera nel settore dello smaltimento dei rifiuti speciali, amianto in particolar modo, che ha denunciato di avere ricevuto da La Mendola la richiesta di una tangente, per un importo di 3 mila euro, se non voleva vedersi bloccare i pagamenti per l’appalto che stava svolgendo per conto dell’ente.

La Mendola - subito dopo l’arresto avvenuto a Piano Bugiades a Licata dove sarebbe stato bloccato dopo aver intascato la busta con i soldi - avrebbe confessato tirando in ballo il dirigente del settore ambiente, dicendo che la tangente l'avrebbe dovuta spartire con lui.

I carabinieri hanno sequestrato in Comune i pc dei due impiegati, che hanno nominato come difensori gli avvocati Angelo Balsamo e Salvatore Manganello. Nelle prossime ore il pm chiederà la convalida del fermo e sarà fissata l’udienza davanti al gip Alfonso Malato. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa