home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, rapina il giovane conosciuto in sito di incontri

In manette un 23enne: è stato incastrato dalle telecamere poste nei pressi dei bancomat dove ha effettuati i prelievi con le carte della sua vittima

La Polizia ha risolto il caso di una rapina perpetrata ai danni di un cittadino, raggiunto nel suo domicilio, tenuto sotto scacco per diversi minuti con una pistola puntata alla tempia e privato di denaro e carte di credito.

In manette è finito Dario Miccichè, 23 anni, che dovrà rispondere anche del reato di uso fraudolento di carta di pagamento. La vittima ha raccontato di avere conosciuto il suo aggressore sul web, in un sito di incontri e di essersi visto con lui poche volte, l’ultima delle quali, alcune settimane prima dell’aggressione: il giorno della rapina Miccichè avrebbe raggiunto la vittima nel suo domicilio, nel centro storico cittadino e, tenendolo sotto la costante minaccia di un’arma, gli avrebbe sottratto il portafogli, contenente 70 euro e la carta di credito.

I poliziotti della Mobile palermitana hanno scandagliato gli ambienti delle frequentazioni on line della vittima, riuscendo a ottenere una prima decisiva scrematura di sospettati. Decisivo, ai fini della sua identificazione, la circostanza che il giovane avesse effettuato ben tre prelievi in banca ed alle poste. Grazie alle immagine delle telecamere a circuito chiuso degli istituti di credito, l’aggressore è stato identificato con certezza.

Nel corso di alcune perquisizioni sono stati rinvenuti ulteriori riscontri al racconto della vittima, nonché una pistola a gas, esteticamente riproducente una vera rivoltella che, si ritiene, sia la stessa usata per compiere la rapina.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO