home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Motovedetta tunisina tenta abbordaggio peschereccio di Mazara: ecco il video

L'Anna Madre stava pescando a 30 35 miglia al largo di Zarzis insieme all'Aliseo. Poi l'intervento della unità maghrebina e i colpi di fucile che si distinguono chiaramente. Poi l'arrivo della Marina Italia che ha impedito che il peschereccio fosse fermato

E’ giunto stamane a Lampedusa il peschereccio di Mazara del Vallo Anna Madre che è stato vittima di un tentativo di abbordaggio da parte delle autorità doganali tunisine l’altro ieri verso le 19 in alto mare a circa 30-35 miglia Nord-Est dalla località tunisina di Zarzis.

Il comandante Giacomo Giacalone ha reso noto un video, realizzato da un membro dell’equipaggio sul cellulare, in cui si vede l’inseguimento da parte della motovedetta e si sentono i colpi di arma da fuoco. Il comandante è stato interrogato dalle autorità marittime. Il peschereccio è già ripartito per la battuta di pesca.

Secondo la ricostruzione del comandante, quando la motovedetta tunisina si è avvicinata alla zona in cui erano l’Anna Madre e l'altro peschereccio Aliseo gli equipaggi hanno dovuto tagliare le reti abbandonandole in mare e sono fuggiti prendendo direzioni diverse per «salvare» almeno uno dei due pescherecci.

L’Aliseo ha dato l’allarme alla marina militare che intervenendo ha consentito all’Anna Madre di non essere abbordato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • piertoussaint

    05 Agosto 2017 - 12:12

    gli africani vogliono vedere se l'Itaglia ha le palle. Finora, più no che sì.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa