Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Adnkronos

Artmarket.com supera le sue stime per il 4° trimestre con un balzo del fatturato del 39%, raggiungendo il 61% per il 2021. Al centro del piano di sviluppo di Artprice per il 2022 ci sono gli NFT d’arte e il Web3.

Di Redazione |

PARIGI, 15 febbraio 2022 /PRNewswire/ — Per il periodo 2022-2025, Artprice by Artmarket punta ad essere protagonista del Web3, degli NFT, delle criptovalute e della rivoluzione del Metaverso.

Per comprendere la nozione di “Web3”, è sufficiente questa frase: «Prima il mondo era su Internet. Con Web3 il mondo è dentro Internet».

Metaverso Artprice © “Alchemical Fractal 1” (collezione di 999 opere), acciaio grezzo, scultura NFT e algoritmo di thierry Ehrmann. Per gentile concessione del Museo l’Organe / La Demeure du Chaos https://www.flickr.com/photos/home_of_chaos/albums/72157714573284962

Photo – https://mma.prnewswire.com/media/1742532/Artprice_Metaverse.jpg

artprice-nft.com

Photo – https://mma.prnewswire.com/media/1742533/artprice_NFT_bill.jpg

Purtroppo la pandemia da COVID-19 sta entrando nel suo terzo anno. Ma questa ha anche accelerato il passaggio verso la dipendenza da Internet. Oggi un’enorme fetta del PIL mondiale viene generata sul web.

Secondo il quotidiano economico francese “Les Echos”, nel 2019 le vendite mondiali su Internet hanno rappresentato 26,7 trilioni di dollari, con un incremento previsto – secondo UNCTAD – del 44% per il 2021, ovvero circa 38,45 trilioni di dollari. Per Artprice by Artmarket, leader mondiale dell’informazione sul mercato dell’arte, questo livello di crescita rappresenta la garanzia di una crescita a due cifre.

Per raggiungere una crescita a 4 cifre, Artmarket.com deve assumersi la responsabilità di standardizzare e certificare i marketplace degli NFT d’arte.

Come indicato nei precedenti comunicati stampa, nel secondo semestre 2021 Artmarket.com ha deciso di usare la sua storia e la sua profonda conoscenza del mondo della crittografia, delle criptovalute e degli NFT per conoscere ed esaminare a fondo la maggior parte degli attori più attendibili sul mercato degli NFT d’arte.

Nel frattempo, il costante monitoraggio da parte di Artprice by Artmarket della legislazione, principalmente americana ma anche europea, indiana e asiatica, ha rivelato che gran parte dei quadri giuridici ha di fatto già messo in conto l’esistenza delle criptovalute.

Sono emersi due filoni principali. Da una parte, le porte di ingresso e di uscita saranno le piattaforme di scambio (Binance, Coin Base Exchange, FTX, Kraken, ecc.), alcune delle quali sono già quotate in borsa. Queste piattaforme di scambio individueranno i flussi in entrata e uscita delle monete scritturali convertite in criptovalute e viceversa. Dall’altra, una tassa del 30% sembra ormai essere oggetto di un consenso generale tra le grandi potenze economiche.

Claire Balva, co-fondatrice di Blockchain Partner e direttrice di Blockchain & Cryptos presso KPMG, ha riassunto molto bene la realtà che sta rapidamente emergendo quando lo scorso gennaio ha dichiarato a BFM Business: «Oggi sta diventando più rischioso [per i gruppi] non lanciarsi nelle criptovalute piuttosto che lanciarvisi». A titolo informativo, lo scorso 7 febbraio KPMG ha aggiunto in Canada i Bitcoin e gli Ethereum alla sua tesoreria aziendale. (Fonte CISION: https://www.newswire.ca/news-releases/kpmg-in-canada-adds-bitcoin-and-ethereum-to-its-corporate-treasury-851778842.html)

Come leader mondiale dell’informazione sul mercato dell’arte, Artprice by Artmarket ha compreso la necessità di analizzare gli attori principali del mercato degli NFT d’arte. Ne ha concluso che tutti gli attori principali, come gli operatori primari (gallerie) e secondari (Christie’s, Sotheby’s, Phillips, Bonhams, ecc.), ma anche i musei e gli enti culturali, ritengono che ci sarà una rapidissima espansione del mercato dell’arte verso gli NFT.

Il primo grande problema è la mancanza di una classificazione degli NFT d’arte sui marketplace. Per ovviare a questo problema, Artprice sta pensando alla rapida implementazione di una classificazione standardizzata collegata ai suoi database, che sono autorevoli in tutto il mondo dell’arte.

Secondo thierry Ehrmann, presidente e fondatore di Artmarket.com e del suo dipartimento Artprice: «La rivoluzionaria tecnologia degli NFT sfugge alla segmentazione “standard” del mercato dell’arte, organizzato in periodi, categorie, movimenti, ecc. Estremamente innovativo, il mondo degli NFT si è articolato in numerosi percorsi indefiniti. Ma Artprice sta lavorando a un modo per informare al meglio gli operatori di questo mercato su ciò che viene scambiato e su ciò che crea valore: un modo chiaro e oggettivo di presentare le informazioni relative agli NFT (origine, edizione, offerta, domanda, impiego, ecc.), necessarie per rassicurare il mercato».

In seguito alle sue analisi e discussioni, Artprice by Artmarket ha individuato un secondo grande problema che interessa tutte le principali piattaforme di NFT d’arte come OpenSea, Rarible, LooksRare, Nifty Gateway, Superare, ecc.

Prendiamo ad esempio il leader mondiale OpenSea che ha gestito il 90% delle transazioni di NFT avvenute a gennaio, registrando un giro d’affari di 5,517 miliardi di dollari sul mercato mondiale degli NFT per il mese di gennaio 2022 al massimo storico di 6,13 miliardi di dollari (secondo The Block Data Dashboard). L’azienda ha recentemente affermato che l’80% degli NFT d’arte coniati sulla sua piattaforma rischiava di danneggiare i diritti di proprietà intellettuale di alcune terze parti. OpenSea ha quindi annunciato che sta studiando delle soluzioni per fermare questo tipo di attività al fine di offrire una migliore protezione per gli acquirenti e i venditori.

Ma Artprice by Artmarket, essendo il leader mondiale dell’informazione sul mercato dell’arte, con database proprietari costruiti nel corso di 25 anni, e avendo una certa autorità a livello globale grazie alla più grande raccolta documentaria del mondo (appunti, manoscritti e cataloghi di vendita dal 1700) che garantisce l’autenticità e la veridicità storica dei suoi database, ritiene che è proprio nella sfera degli NFT d’arte di prima emissione che può realmente contribuire alla continuità e alla crescita di questo mercato e, al tempo stesso, ottenere un fatturato e degli utili estremamente considerevoli. In effetti, tenendo conto di tutti i parametri e i dati di mercato sottostanti, Artprice by Artmarket è l’unico player sul mercato mondiale effettivamente in grado di gestire la certificazione degli NFT d’arte di prima emissione.

Grazie alla sua attendibilità e alla sua indiscussa reputazione nel mercato dell’arte, Artprice ha tutte le potenzialità per diventare “l’Oracolo” (fonte di informazioni attendibili che consentono di integrare le variabili del mondo reale negli smart contract) nella blockchain di Artmarket.com.

La legittimità di Artprice in qualità di Oracolo si basa sulla centralizzazione dei principali dati delle aste provenienti da 6.300 case d’asta di tutto il mondo.

Nelle comunità Web3, l’Oracolo si deve basare su centinaia di fonti diverse, esattamente come fa Artprice con le sue 6.300 fonti pubbliche.

In qualità di Oracolo, Artprice consentirà di aggiungere i dati principali dei suoi database negli smart contract. Tali dati comprenderanno i risultati delle aste, le informazioni storiche, gli indici e i dati econometrici sull’artista e le sue opere nonché sulla tracciabilità delle opere, i dati tecnici standardizzati, i prezzi in valute aggiornate, le lingue originali utilizzate, ecc.

In qualità di Oracolo, i dati di Artprice fungeranno da principale riferimento e autorità per il mercato. In altre parole, l’attivazione degli smart contract dipenderà dalle informazioni fornite da Artprice.

Poiché Artprice svolge da 25 anni un ruolo fondamentale nel mercato dell’arte fornendo informazioni attendibili e indispensabili, non vi è dubbio che OpenSea, Rarible, LooksRare, Nifty Gateway e Superare, per citarne solo alcune, siano tra le piattaforme di NFT che potrebbero beneficiare immediatamente e pienamente della collaborazione industriale con Artmarket.com.

Quanto alla sua capacità di emettere NFT d’arte, Artmarket.com ha individuato diverse società nel mondo che potrebbero accelerare e garantire la legittimità nella prima emissione di NFT d’arte.

A tale proposito, Artprice by Artmarket è in trattative con la società Logion.network https://logion.network/ la cui protezione giuridica offre una blockchain pubblica globale, gestita da una rete decentralizzata di avvocati che offrono protezione giuridica per tutti i beni digitali e le transazioni digitali. La blockchain Logion offre un deposito a garanzia (“escrow”) per i beni digitali, il rilascio di certificati, la protezione e la riservatezza dei dati sensibili, nonché, ovviamente, la marca temporale ministeriale (“timestamp”).

In occasione del loro incontro, thierry Ehrmann (presidente di Artmarket.com e fondatore di Artprice) ha ricordato a Elie Auvray (co-presidente e co-fondatore di Logion), che negli anni ’90 Server Group e Artprice hanno creato la European Judicial Server (oggi controllata al 100% da Artmarket.com) che ha sviluppato una rete giuridica decentralizzata analoga su scala europea (ma non mondiale) usando il protocollo informatico X25.

Inoltre, Artprice by Artmarket prevede di creare due società controllate, la prima delle quali con uno dei leader europei della digitalizzazione, offrendo così consulenza di qualità e strumenti adeguati come il GIS (sistema di informazioni geografiche), i software di progettazione, la fotogrammetria, la cartografia, i droni, il LIDAR, ecc.

La R&S di Artprice by Artmarket sta inoltre lavorando a interfacce non intrusive in modo da poter migliorare la padronanza della realtà aumentata (AR) e di quella virtuale (VR). Ancora una volta Artprice ha partecipato all’annuale fiera Consumer Electronics Show (CES) dove si è particolarmente soffermata sulle cornici digitali QLED 4K di Samsung (“The Frame”) che consentono la visualizzazione di opere d’arte come veri quadri e già presenti in alcuni grandi musei. Artprice sta pensando a un accordo con Samsung in quanto “The Frame” è la perfetta incarnazione degli NFT d’arte digitali per i collezionisti, con un prezzo per l’utente finale molto accessibile.

L’entusiasmo per gli NFT d’arte è talmente forte che all’inizio di febbraio aprirà il Seattle NFT Museum (SNFTM), il primo museo interamente dedicato ad essi. Nel 2022-2023 ci aspettiamo di vedere, in tutto il mondo, una trentina di musei e centri d’arte contemporanea dedicati esclusivamente agli NFT.

La seconda società controllata in programma, che verrà creata da Artprice Inc. USA con token di governance e una DAO specifica, è descritta nel paragrafo seguente: «I nuovi rischi identificati per il 2022, secondo le raccomandazioni della AMF (l’Autorità francese per i mercati finanziari)».

Artmarket.com sta pertanto valutando ogni singola offerta (joint venture, investimento di capitale, fusione/acquisizione, ecc.) e darà la sua approvazione soltanto se tali offerte hanno senso dal punto di vista economico e condividono la sua stessa etica, ovvero quella di migliorare le informazioni disponibili sul mercato dell’arte e la trasparenza generale.

Per quanto riguarda i diversi quadri legislativi in vigore in Francia e in Europa, Artmarket.com sta studiando la possibilità di registrarsi presso la AMF come fornitore di servizi di beni digitali (DASP) in vista della sua futura qualità di società FinTech. Al tempo stesso, il monitoraggio attento e costante della legislazione americana ed europea consentirà a Artmarket.com e alla sua società controllata americana di fare la scelta migliore in qualità di futura FinTech.

Infine, l’estrema democratizzazione degli NFT d’arte per il grande pubblico comprende le criptovalute che sono attualmente collegate ai principali emittenti di carte di credito come Visa (fonte: CNBC).

Il direttore finanziario di Visa, Vasant Prabhu, ha espresso il suo ottimismo in merito a questo sviluppo in un’intervista con CNBC. «Per noi, tutto questo (il fatto che i clienti abbiano fatto 2,5 miliardi di dollari di pagamenti con carte per criptovalute nel primo trimestre fiscale del 2022) indica che i consumatori trovano utile possedere una carta Visa collegata all’account di una piattaforma crypto. É importante essere in grado di accedere a quella liquidità e gestire le spese, e fare tutto ciò in modo facile e istantaneo…».

Le carte crypto consentono ai consumatori di spendere criptovalute (aka cry) ovunque sia accettata Visa, senza che i commercianti debbano per forza familiarizzarsi con la classe di attività. Ricevono le transazioni con il denaro reale come le transazioni Visa standard, mentre il processore di pagamento gestisce le conversioni in background.

I nuovi rischi identificati per il 2022, secondo le raccomandazioni della AMF (l’Autorità francese per i mercati finanziari)

Secondo le raccomandazioni della AMF (l’Autorità francese per i mercati finanziari) e, in particolare, per quanto concerne il documento di registrazione universale (regolamento europeo 2017/1129), la società emittente è tenuta a dichiarare e aggiornare costantemente i potenziali fattori di rischio.

La presentazione dei rischi è il frutto di analisi regolari e proattive nell’ambito di una politica di gestione dei rischi formale e concertata.

Il futuro di Artmarket.com è nel mondo del Web3 (NFT, criptovalute, metaverso).

Data la sua strategia, Artmarket.com è quindi tenuta ad informare il mercato e i suoi azionisti del rischio associato alle fluttuazioni del valore delle criptovalute, in particolare Ethereum (ETH), che è la criptovaluta più utilizzata nel campo degli NFT d’arte (con i suoi smart contract dedicati), e in minor misura Bitcoin (BTC).

Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice convoglieranno grand parte delle attività di R&S, delle operazioni e del marketing del suo marketplace standardizzato di NFT verso una società controllata al 100% da Artmarket.com e probabilmente verso la sua società americana Artprice Inc. Pertanto, Artmarket.com informa i propri azionisti e i mercati finanziari che vi è il rischio concreto che l’azione di Artmarket.com, nei confronti dei gestori di fondi soprattutto anglo-americani, sarà indicizzata prima al valore dell’Ethereum (ETH) e in seguito a quello del Bitcoin (BTC).

Un’analisi tecnica degli ultimi tre mesi (dal 9 novembre 2021 al 9 febbraio 2022) basata su una media mobile conferma una forte e costante correlazione tra le quotazioni di borsa di Artmarket.com e quella di Ethereum, e in minor misura con quella di Bitcoin e delle altre criptovalute principali. In particolare, l’effetto “Triple Halving” di Ethereum può influenzare fortemente il prezzo (effetto accrescitivo).

Di fatto, gran parte dello sviluppo del marketplace standardizzato di NFT di Artprice by Artmarket fornisce uno smart contract proprietario nella blockchain di Ethereum e, in particolare, nella sua versione futura “Serenity” che consentirà a tutto o parte dell’attuale processo di mining di passare dal “Proof-of-Work” al “Proof-of-Stake”, al fine di limitare il consumo di energia, oppure di rimanere con il tradizionale mining carbon-free.

Artmarket.com desidera sottolineare che, ad oggi, ancora non esiste una criptovaluta specifica per il Gruppo, ma che le sue squadre di lavoro, dopo un’intensa riflessione, hanno previsto diversi scenari in cui i legislatori francesi e/o europei e/o quelli americani inizierebbero a elaborare dei quadri legislativi funzionali per una cripto-cultura che ha già alle spalle una storia relativamente lunga e oggi è praticata da oltre un miliardo di persone nel mondo.

Lo sviluppo e l’implementazione di tali quadri legislativi (ad es. l’adeguamento giuridico a una realtà esistente) è un processo che si è visto più volte nel corso della storia, soprattutto nel XX secolo in campo economico e scientifico.

La strategia globale di Artmarket.com include da tempo la creazione di una criptovaluta specifica per il mercato dell’arte dopo approvazione normativa, come dimostrano i dati di deposito del DNS artpricecoin.com (.net .org, ecc. e i relativi nomi).

Immagini: [https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/11/image1-artprice-metaverse-thierry-ehrmann-organ-museum-800.jpg][https://www.flickr.com/photos/home_of_chaos/50015697223][https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/11/image2-artprice-NFT-bill.jpg]

Copyright 1987-2022 thierry Ehrmann www.artprice.com – www.artmarket.com

A proposito di Artmarket:

Artmarket.com è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF.

Scopri Artmarket e il suo dipartimento Artprice in video: www.artprice.com/video

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è stata fondata nel 1997 dal CEO thierry Ehrmann. Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è controllata dal Groupe Serveur, creato nel 1987.

Biografia certificata Who’s Who ©:Biographie_thierry_Ehrmann_2022_WhosWhoInFrance.pdf

Artmarket è un operatore globale del Mercato dell’Arte che comprende, tra le altre strutture, il dipartimento Artprice, leader mondiale nella raccolta, gestione e utilizzo delle informazioni sul mercato dell’arte storico e attuale in banche dati che contengono più di 30 milioni di indici e risultati di aggiudicazione, per oltre 770.000 artisti.

Artprice by Artmarket, leader mondiale dell’informazione sul mercato dell’arte, ha come ambizione quella di diventare, mediante il suo Global Standardized Marketplace, la più grande piattaforma di NFT d’arte.

Artprice Images® consente l’accesso illimitato alla più grande banca immagini al mondo dedicata al Mercato dell’Arte: ben 180 milioni di fotografie digitali o riproduzioni incise di opere d’arte dal 1700 fino a oggi, corredate dai commenti dei nostri storici dell’arte.

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, raccoglie dati su base permanente da 6300 Case d’Asta e produce informazioni chiave sul Mercato dell’Arte per le principali agenzie di stampa e comunicazione (7.200 pubblicazioni). I 5,4 milioni di utenti (registrati + social media) hanno accesso agli annunci pubblicati dagli altri utenti. Oggi questa rete rappresenta il Global Standardized Marketplace®, leader nella compravendita di opere d’arte a un prezzo fisso o di offerta (aste regolate dai paragrafi 2 e 3 dell’Articolo L 321.3 del Codice di Commercio Francese).

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, ha ricevuto il marchio di Stato “Società Innovativa” dalla Banca Pubblica di Investimento (BPI) (per la seconda volta nel novembre del 2018 per altri 3 anni), che sostiene la società nel progetto di consolidamento della sua posizione come operatore globale del mercato dell’arte.

Rapporto 2020-2021 di Artprice sul mercato dell’arte contemporanea by Artmarket.com:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-contemporary-art-market-report-2021

Rapporto 2020 sul Mercato Globale dell’Arte di Artprice by Artmarket, pubblicato nel marzo del 2021:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2020

Indice dei comunicati stampa pubblicati da Artmarket con il suo dipartimento Artprice:serveur.serveur.com/Press_Release/pressreleaseEN.htm

Segui tutte le notizie sul Mercato dell’Arte in tempo reale con Artmarket e il suo dipartimento Artprice su Facebook e Twitter:

www.facebook.com/artpricedotcom/ (oltre 5,4 milioni di follower)

twitter.com/artmarketdotcom

twitter.com/artpricedotcom

Scopri l’alchimia e l’universo di Artmarket e del suo dipartimento Artprice https://www.artprice.com/video con sede presso il celebre Museo di Arte Contemporanea l’Organe “La Demeure du Chaos” (New York Times dixit): https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013

·  L’Obs – Il museo del Futuro: https://youtu.be/29LXBPJrs-o

·  www.facebook.com/la.demeure.du.chaos.theabodeofchaos999 (4,4 milioni di follower)

·  https://vimeo.com/124643720

Contatta Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice – Contatti: ir@artmarket.com

Logo – https://mma.prnewswire.com/media/1009603/Art_Market_logo.jpgCOPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA