Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

Adnkronos

Assicurazioni: ecco come proteggersi in un mercato sempre più digitale

Di Redazione |

Roma, 21 dicembre 2022 – L’assicurazione è sempre più digitale e ciò piace molto agli italiani. Chi di noi non ha mai fatto un preventivo online per la polizza della propria auto oppure utilizzato uno dei tanti comparatori presenti sul web per acquistare l’assicurazione più conveniente?

Se da un lato, dunque, Internet abbatte i costi dell’intermediazione e permette di acquistare degli ottimi prodotti assicurativi a condizioni economiche più competitive e vantaggiose, dall’altro lato è necessario fare sempre più attenzione: la truffa è dietro l’angolo.

Il web è, infatti, pieno zeppo di fantomatici annunci di compagnie o intermediari assicurativi improvvisati o addirittura fantasma, che vendono in realtà polizze truffa.

A parlare sono i numeri.

Saper riconoscere i rischi così da evitare le truffe e per proteggersi dagli inganni è, dunque, importante, e molto spesso basta applicare alcuni semplici accorgimenti per non cadere in trappola.

Innanzitutto, bisogna stare attenti a non farsi attrarre da un’offerta super vantaggiosa, soprattutto se poi diffusa tramite canali sociali o app di messaggistica (es. whatsApp) o sistemi informatici non convenzionali.

Quando l’offerta assicurativa è pubblicata da un sito web, sarà meglio controllarlo accuratamente per capire chi è che sta vendendo e verificare se sono riportate le informazioni di base come l’indirizzo, il recapito telefonico, la posta elettronica (meglio se PEC) e il numero e la data di iscrizione al registro unico degli intermediari assicurativi.

Molto spesso, inoltre, i truffatori si nascondono dietro nomi che richiamano quelli di compagnie assicurative realmente esistenti, spesso note, in modo da confondere e raggirare gli interlocutori.

“Siamo soddisfatti della partnership con la Casa del Consumatore: per noi di Assigeco, l’ascolto delle esigenze e la tutela dei diritti dei nostri clienti, anche in un momento storico in cui le modalità distributive dei prodotti assicurativi sta cambiando, è e resterà sempre il nostro principale driver strategico”, conclude Osvaldo Rosa.

“Apprezzo molto che un’impresa, sicuramente uno dei primi casi in Italia, abbia deciso di promuovere il libero associazionismo consumeristico, accettando il confronto con un’associazione di consumatori anche in caso di reclami della propria clientela. Spero che quest’iniziativa abbia successo perché si tratta di un comportamento virtuoso, sicuramente da incoraggiare”, dichiara Giovanni Ferrari, Presidente nazionale di Casa del Consumatore.

Per informazioni:

Ufficio stampa

Alessandro Maola

T. 3392335598COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: