Notizie Locali


SEZIONI
Catania 12°

Adnkronos

Ferrovie: Salvini in sopralluogo a cantiere linea Av/Ac Brescia Est-Verona

Di Redazione |

Milano, 29 feb. Dopo il completamento dello scavo della galleria naturale di Lonato, avvenuto la scorsa settimana, il ministro delle Infrastrutture, e vicepremier, Matteo Salvini ha visitato il cantiere di Desenzano del Garda per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori della linea Alta Velocità/Alta Capacità Brescia Est-Verona, opera che ha raggiunto il 63% della sua realizzazione.

Presenti oltre a Matteo Salvini, anche Maria Rosaria Laganà, prefetto di Brescia, Claudia Maria Terzi, assessore a Infrastrutture e Opere pubbliche della Regione Lombardia, Guido Malinverno, sindaco di Desenzano del Garda, Franco Lombardi, presidente Cepav due, Gianpiero Strisciuglio, amministratore delegato e direttore generale Rfi e Vincenzo Macello, commissario straordinario di governo dell’opera e vicedirettore generale operation Rfi.

La realizzazione del tratto Av/Ac Brescia Est-Verona rientra fra le opere finanziate dal Pnrr e rappresenta uno dei tasselli del Core Corridor Mediterraneo che collegherà i porti del sud della penisola iberica con l’Europa orientale, passando per il sud della Francia, Italia settentrionale, Slovenia e Croazia. L’investimento economico è di circa 2,8 miliardi di euro, la fine dei lavori è prevista per giugno 2026.

Proseguono così i lavori del consorzio Cepav due, costituito da Saipem, Impresa Pizzarotti e Icm, commissionati da Rete Ferroviaria Italiana con l’alta sorveglianza e la direzione lavori a cura di Italferr, società entrambe appartenenti al Polo Infrastrutture del Gruppo Fs Italiane.

Con l’abbattimento del diaframma della seconda canna viene completato lo scavo della galleria naturale Lonato che, proprio grazie al sottoattraversamento dell’Autostrada A4, si ricongiungerà all’infrastruttura esistente in modo da minimizzare gli impatti sul territorio. Gli interventi di completamento della galleria Lonato proseguiranno nei prossimi mesi con la realizzazione dei bypass di sicurezza (gallerie di lunghezza di circa 20 metri che collegheranno le due canne) e delle nicchie (vani adibiti agli impianti tecnologici) fino alla posa dell’armamento ferroviario e dell’installazione della parte tecnologica.

La linea Av/Ac Brescia Est-Verona, sviluppandosi per lo più in affiancamento all’autostrada A4 Milano-Venezia e alla linea ferroviaria convenzionale, attraversa le Regioni Lombardia e Veneto, 11 comuni nelle province di Brescia, Verona e Mantova (quest’ultima per le sole opere di viabilità stradale) e prevede la realizzazione di un tracciato ferroviario di circa 48 chilometri, compresi i 2,2 chilometri dell’interconnessione ‘Verona Merci’ di collegamento con l’asse ferroviario Verona-Brennero.

Il completamento dell’intera direttrice Milano-Verona, di cui è già in esercizio dal 2007 il tratto Milano-Treviglio e dal 2016 la tratta Treviglio-Brescia, permetterà di ridurre le interferenze tra i diversi flussi di trasporto, rendendo più fluida la circolazione e aumentando la capacità di traffico nei nodi ferroviari di Brescia e Verona, con benefici sulla regolarità e sulla puntualità sia dei servizi a lunga percorrenza sia di quelli regionali nonché del trasporto merci.

Il collegamento ferroviario Av/Ac Brescia Est-Verona è tra le opere strategiche del progetto ‘Cantieri Parlanti’, un’iniziativa del Gruppo Fs (con le società Rfi e Italferr), condotta in collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le imprese coinvolte nei lavori e, laddove presenti, con i commissari straordinari di governo.

I cantieri del Polo Infrastrutture del Gruppo Fs ‘parlano’ un linguaggio semplice, trasparente e immediato, condiviso con i territori, per raccontare la loro storia e la loro mission e per rendere i cittadini e gli stakeholder più consapevoli e aggiornati sull’importanza delle opere in corso. Un’operazione di trasparenza, oltre che di informazione, per illustrare i vantaggi dell’opera e fornire dati aggiornati attraverso pannelli collocati all’interno dei cantieri, ma sempre ben visibili alla cittadinanza e a chi transita sulle linee e sulle strade limitrofe ai cantieri.

I cantieri parlanti comunicano anche tramite una pagina dedicata alle opere strategiche, presente sul portale web fsitaliane.it, aggiornata sull’avanzamento delle attività.

Verranno, infine, organizzate iniziative ad hoc che trasformano i cantieri in veri hub di comunicazione, aperti al pubblico esterno (cittadini, associazioni, studenti, ecc) per favorire momenti di confronto sulle trasformazioni che intere aree urbane vivono e vivranno grazie all’opera in corso.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: