Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

Adnkronos

Milano: arrestati contro direttore Beccaria ‘vuole telecamere invece di difenderci’

Di Redazione |

Milano, 22 apr. “Dobbiamo mandare 50 giorni di malattia. Tutti quanti, perché non esiste. Tu sei il direttore, tu ci devi proteggere, punto. Punto. Per un marocchino di merda che manco parla l’italiano”. E’ quanto emerge in una conversazione, del 9 marzo scorso, tra due agenti della polizia penitenziaria in servizio al carcere minorile del Beccaria e finiti tra i 13 arrestati dell’inchiesta della procura di Milano che ha svelato il sistema di maltrattamenti e torture dietro le sbarre.

Una conversazione, a difesa di un collega, che mostra anche il timore che il nuovo direttore “vuole fare sul serio” e vuole acquisire le immagini delle “telecamere” che riprendono i pestaggi e che non corrispondono alle annotazioni scritte. Le aggressioni non sempre lasciano i segni perché chi indossa la divisa sa dove e come colpire: “alla fine io lo so com’é che non gli devo lasciare un cazzo” è una frase intercettata a un altro arrestato.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: