Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Adnkronos

Milano-Cortina: pm, ‘soldi e auto per corrompere due ex dirigenti Fondazione’

Di Redazione |

Milano, 21 mag. Soldi ancora da quantificare e una Smart. E’ questo il risultato della presunta corruzione di cui devono rispondere gli ex dirigenti Vincenzo Novari e Massimiliano Zuco che, “nella loro qualità di pubblici ufficiali” per le loro funzioni esercitate (in passato, ndr) all’interno della Fondazione Milano Cortina 2026, “per compiere atti contrari al proprio ufficio e segnatamente favorire l’affidamento delle gare relative al cosiddetto ecosistema digitale di Fondazione”, avrebbero ricevuto dall’imprenditore Luca Tomassini “somme di denaro e altre utilità. E’ quanto si legge nel decreto di perquisizione.

Tra i benefit viene citata “l’auto Smart per Zuco, pagata direttamente da Tomassini tramite Vetrya fin dal novembre 2019); di altre utilità o soldi i due indagati, invece, secondo la procura, “comunque ne accettavano la promessa, con successive aggiudicazioni delle stesse a favore della società Vetrya ed emissione di fatture da parte di Vetrya e Quibyt (entrambe amministrate da Tomassini), nei confronti della Fondazione, per importi complessivamente non inferiori a 1.895.346,60 euro”.

Le conversazioni WhatsApp “inducono a ritenere realizzatosi nei fatti un accordo corruttivo tra gli attori di Fondazione coinvolti (Novari e Zuco) e l’imprenditore Tomassini in relazione alle gare per l’aggiudicazione dei servizi digitali dei Giochi olimpici e paraolimpici di Milano Cortina 2026”. Fatti che per la procura di Milano che indaga per corruzione e turbata libertà d’incanto sarebbero stati commessi in città “tra il marzo 2020 e il marzo 2021”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: