Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Clima: Draghi, 'sforzi imponenti per riconvertire industria, per Ue 520 mld l'anno'**

Di Redazione

Roma, 30 nov. "Riconvertire il sistema industriale richiede sforzi imponenti. Secondo stime recenti, nell'Unione europea sono necessari 520 miliardi di investimenti all'anno da oggi fino al 2030 - quasi il 4% del prodotto interno lordo europeo. A questo fabbisogno di investimenti si accompagnano i costi dell'incertezza, che negli ultimi mesi hanno pesato sui prezzi nei mercati energetici, e in particolare del gas". Lo ha detto il premier Mario Draghi, intervenendo all'evento 'Lavoro ed Energia per una transizione sostenibile'.

Pubblicità

"Il rialzo dei prezzi è legato soprattutto a motivi congiunturali, come la ripresa dell'attività economica globale e le strozzature nelle forniture. Tuttavia, riflette anche un problema strutturale - ha osservato il presidente del Consiglio -: lo sfasamento nei tempi della transizione. Da un lato, la consapevolezza degli obbiettivi di decarbonizzazione porta a disinvestire con urgenza dalle fonti fossili. Dall'altro, l'espansione delle rinnovabili è ancora incompleta, anche a causa delle esitazioni dei governi di molti Paesi. Tutto ciò ha causato una forte dipendenza da combustibili di transizione come il gas, con pressioni al rialzo sui prezzi".

"Definire un sentiero chiaro di decarbonizzazione, con tempi certi e realistici, è essenziale per gestire bene l'incertezza e avere una transizione ordinata. Il governo italiano è impegnato a farlo, con la semplificazione delle procedure amministrative, la definizione di obbiettivi misurabili, lo stanziamento di risorse adeguate. Ne è un esempio il nostro Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che assegna quasi il 40% dei fondi a riforme e investimenti per favorire la transizione ecologica - ha ricordato Draghi -. E che vincola gli stanziamenti al raggiungimento di precisi risultati con scadenze definite per i prossimi cinque anni".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: