Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**M5S: domani udienza Tribunale Napoli su nomina Conte, Borré 'è solo punta iceberg'**

Di Redazione

Roma, 5 lug. Non solo l'incontro col premier Mario Draghi e un Consiglio nazionale che si preannuncia difficile. Domani per Giuseppe Conte e il M5S si prevede una giornata di fuoco, perché, oltre alle fibrillazioni interne e il faccia a faccia chiarificatore col presidente del Consiglio, il Tribunale di Napoli tornerà a riunirsi sul ricorso presentato da un gruppo di iscritti al Movimento 5 Stelle contro la decisione dei giudici napoletani di ritenere legittimo lo statuto con il quale Conte è stato eletto presidente del M5S. Una partita decisiva per il Movimento e per il suo leader.

Pubblicità

L'udienza dovrebbe tenersi alle 16 e andare avanti proprio mentre Conte sarà di fronte a Draghi, per portare avanti le battaglie de Movimento. A far valere in Tribunale le presunte ragioni degli attivisti delusi Lorenzo Borré, il legale che da anni ormai dà filo da torcere al M5S, con Grillo e 'Casaleggio padre' costretti a rivedere più e più volte regole e statuti a causa delle sue battaglie.

"A mio avviso ci sono state violazioni anche della versione modificata dello statuto, perché - spiega l'avvocato all'Adnkronos - trattandosi di un'elezione concernente il secondo mandato presidenziale, non si poteva applicare la procedura prevista per il primo mandato alla carica di presidente, che prevedeva la designazione di un candidato unico da parte del garante. Schema che è stato riproposto anche nelle votazioni del marzo 2022, mentre a mente di statuto dovevano raccogliersi prima le candidature degli iscritti, come si sta facendo in questi giorni per le candidature al consiglio nazionale. Ma come dicevo, questa è solo la punta dell'iceberg: in ballo c'è la tenuta della ineludibilitá del procedimento assembleare nell'ambito delle deliberazioni associative e il rispetto del principio della parità dei diritti, che non è 'l'uno vale uno', ma neanche l'uguaglianza declinata sul 'tutti uguali perché nessuno conta nulla'...".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: