Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Manovra: cinghiali, formaggi e filosofia, la carica degli Odg che fa esultare i deputati**

Di Redazione

Roma, 30 dic Tranquilli, la Roma-Latina si farà. E verrà anche messa in sicurezza la "strada della morte", la statale 106 Jonica in Calabria. Per non parlare della Bovalino-Bagnara, finalmente portata a compimento. E perché, la ex Tiberina 3bis? Sarà ripristinata. Almeno nel tratto da Pieve S. Stefano al confine tra Toscana e Emilia Romagna. Chi lo dice? Lo dicono i parlamentari che hanno firmato i rispettivi ordini del giorno alla manovra, che stamattina ha avuto il via libera definitivo della Camera.

Pubblicità

Perché i nostalgici dell'assalto alla diligenza hanno montato le tende su un'altra frontiera parlamentare, quella degli Odg. Una volta la Finanziaria, così si chiamava, veniva smontata e rimontata in Parlamento. Era, appunto, l'assalto alla diligenza: la pioggia di emendamenti con cui deputati e senatori facevano arrivare i finanziamenti ai rispettivi territori. Una 'via crucis' che la legge di Bilancio da sempre doveva attraversare. Come riportano le cronache parlamentari nel 2001 la Finanziaria entrò in Parlamento con 76 articoli uscendone con 158.

L'anno dopo il gap passò da 37 a 79 articoli. "C'è della follia in giro, circolano emendamenti di cui non si capisce il significato", sbottò uno sfinito Marcello Pera al termine di una estenuante seduta notturna. Tutto questo accadeva, però, prima della tagliola della fiducia. Una prassi, censurata da tutti ma praticata da anni, che mette i parlamentari spalle al muro. Qualche margine per gli emendamenti resta, sì. Ma nulla rispetto al passato.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: