Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Mattarella: il consigliere Giovanni Grasso, portavoce romanziere** (2)

Di Redazione

Preziose si riveleranno naturalmente le testimonianze dell'attuale Capo dello Stato, conosciuto quando Grasso è cronista politico (passato da ‘La Discussione', all'agenzia Agi, fino ad ‘Avvenire'), suo testimone di nozze nel 1993. Un rapporto intensificatosi negli anni, fino alla chiamata al Colle, culmine di una carriera che lo ha visto svolgere il ruolo di portavoce anche del presidente del Senato, Nicola Mancino, tra il 1996 e il 2001, e del ministro per la Cooperazione, Andrea Riccardi, nel Governo Monti.

Pubblicità

Autore dei saggi “Scalfaro. L'uomo, il Presidente, il cristiano” e, con Riccardo Ferrigato, “Sergio Mattarella, il Presidente degli italiani”, Grasso durante il settennato si rivela anche come scrittore di romanzi storici. “Il caso Kaufmann” è ispirato ad una vicenda accaduta nel Terzo Reich, una audace amicizia tra un vedovo ebreo, presidente della Comunità di Norimberga, e una giovane ariana, condannati , rispettivamente, alla pena di morte e a quattro anni di carcere. Una storia che restituisce l'humus su cui i nazisti seppero far proliferare odio, ingiustizia e barbarie.

“Icaro e il volo su Roma” rievoca invece la figura di Lauro De Bosis, il suo impegno per combattere il regime fascista, la sua vita intrecciata con quella della più importante attrice di teatro americano dell'epoca, Ruth Draper. Fino al volo su Roma, proprio novant'anni fa, per gettare 400mila volantini che invitavano il re e gli italiani a liberarsi dal giogo della dittatura. Un'impresa conclusasi con la morte del protagonista, inabissatosi con il suo velivolo nel Tirreno mentre cercava di far ritorno in Francia da dove era partito. (di Sergio Amici)

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: