Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Mine: Ok Camera a legge contro armi antipersona, era stata rinviata da Mattarella**

Di Redazione

Roma, 2 dic. La Camera all'unanimità, con 383 voti a favore, ha approvato in via definitiva la legge per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo. Il provvedimento era all'esame del Parlamento dall'inizio della legislatura, in quanto nell'ottobre del 2017 era stata rinviato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ne aveva chiesto un nuovo esame.

Pubblicità

Il Capo dello Stato aveva infatti rilevato l'esistenza di "profili di evidente illegittimità costituzionale". In particolare, per come era stato formulato, l'articolo 6 comma 2 del provvedimento determinava "l'esclusione della sanzione penale per determinati soggetti che rivestono ruoli apicali e di controllo (per esempio i vertici degli istituti bancari, delle società di intermediazione finanziaria e degli altri intermediari abilitati)", mentre "per altri soggetti, privi di questa qualificazione", sarebbe stata invece mantenuta la sanzione penale, vale a dire la reclusione da 3 a 12 anni, oltre alla multa da euro 258.228 a 516.456.

Questo, sottolineava il Capo dello Stato, contrasta con l'articolo 3 della Costituzione "che vieta ogni irragionevole disparità di trattamento fra soggetti rispetto alla medesima condotta".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: