Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Monza: appicca il fuoco in casa e si barrica, evacuate 20 famiglie, arrestato dopo irruzione**

Di Redazione

Milano, 6 lug. I Carabinieri della Stazione di Biassono hanno arrestato in flagranza di reato un 33enne di origine albanese con l'accusa di incendio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. I fatti si sono verificati intorno alle 12, quando i residenti di un condomino di Macherio avevano allertato la Centrale Operativa della Compagnia di Monza, segnalando un forte odore di fumo provenire da un appartamento.

Pubblicità

Immediatamente sul posto i carabinieri, raggiunta l'abitazione, si trovavano la porta sbarrata dall'uomo che si era barricato all'interno, gridando di aver dato alle fiamme con la benzina l'appartamento e di voler uccidere tutti. Quando, infine, i carabinieri lo hanno convinto ad aprire per soccorrerlo, lo stesso opponeva resistenza nel tentativo di dileguarsi, aggredendo gli operanti con calci e pugni, fino ad essere bloccato dopo una lunga colluttazione. In seguito i militari, utilizzando gli estintori del palazzo, sono riusciti a spegnere l'incendio prima che si propagasse alle altre abitazioni ed accompagnare all'esterno i condomini (circa venti famiglie).

I Vigili del Fuoco hanno poi domato definitivamente le fiamme le quali, ormai, avevano distrutto completamente l'appartamento. Sono in corso ulteriori accertamenti sulle cause che hanno spinto l'uomo ad agire mentre l'abitazione è stata sottoposta a sequestro. Concluso l'intervento, due carabinieri sono stati trasportati all'ospedale San Gerardo di Monza a causa dei fumi respirati. L'Autorità Giudiziaria, nel corso del rito per direttissima, ha convalidato l'arresto ed applicato la custodia cautelare in carcere.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: