Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Quirinale: no rieleggibilità, stop Moro-Togliatti, Mattarella riapre questione** (6)

Di Redazione

La proposta elaborata dalla commissione bicamerale presieduta da Massimo D'Alema nella tredicesima legislatura prevedeva invece l'elezione diretta del Presidente della Repubblica, con una durata del mandato di sei anni e la possibilità di una seconda elezione soltanto ma anche immediata. Quanto ai vincoli temporali per lo scioglimento della Camera che esprimeva la fiducia al Governo, rimaneva l'istituto del semestre bianco unito all'impossibilità di sciogliere l'Assemblea di Montecitorio nel primo anno di legislatura, quando questa fosse iniziata dopo l'elezione del Capo dello Stato.

Pubblicità

Infine nella riforma costituzionale approvata dal centrodestra nel novembre del 2005 e poi bocciata nel referendum popolare, rimaneva la possibilità della rielezione del Presidente della Repubblica, mentre veniva abrogato il semestre bianco in quanto il potere di scioglimento del Capo dello Stato era radicalmente modificato e comunque legato alla richiesta del premier e al venir meno del rapporto fiduciario Governo-Parlamento.

Da ultimo, è di questi giorni l'intenzione espressa dai senatori del Pd Dario Parrini, presidente della commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama, e Luigi Zanda, di presentare un disegno di legge per l'introduzione del divieto di rieleggibilità del Capo dello Stato e l'abolizione del semestre bianco. (di Sergio Amici)

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: