Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Quirinale: Parlamento, Governo e Colle, l'arbitro Mattarella al servizio delle Istituzioni** (3)

Di Redazione

Nel 2008 decide di non ricandidarsi in Parlamento che lo elegge nel 2009 componente del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa e nell'ottobre 2011 giudice Costituzionale. Quindi Il 31 gennaio del 2015 l'elezione alla Presidenza della Repubblica.

Pubblicità

"L'arbitro deve essere -e sarà- imparziale", afferma nel discorso di insediamento, perchè, come spiegherà nel messaggio di fine anno del dicembre scorso, "ciascun Presidente della Repubblica, all'atto della sua elezione", avverte "due esigenze di fondo: spogliarsi di ogni precedente appartenenza e farsi carico esclusivamente dell'interesse generale, del bene comune come bene di tutti e di ciascuno".

"E poi salvaguardare ruolo, poteri e prerogative dell'istituzione che riceve dal suo predecessore e che –esercitandoli pienamente fino all'ultimo giorno del suo mandato- deve trasmettere integri al suo successore".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: