Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Commercio Estero: Istat, a maggio export extra-Ue -4,1% su mese**

Di Redazione

Roma, 25 giu. - Rallentamento a maggio per il commercio estero italiano che per l'interscambio con i paesi extra Ue27 registra - rispetto ad aprile - una diminuzione per entrambi i flussi, più ampia per le esportazioni (-4,1%) rispetto alle importazioni (-1,5%). Lo comunica l'Istat segnalando anche un aumento delle vendite su base annua del 43,9%, condizionato tuttavia dal confronto con un mese segnato dalla pandemia. La crescita annua "è generalizzata ed eccezionalmente sostenuta per energia (+229,4%), beni di consumo durevoli (+113,3%) e beni strumentali (+56,5%)", balzo anche per l'import che cresce del 55,0%, aumento esteso a tutti i raggruppamenti, a esclusione dei beni di consumo non durevoli (-0,2%).

Pubblicità

Su base mensile la diminuzione dell'export interessa tutti i raggruppamenti principali di industrie, a eccezione dell'energia (+15,5%), ed è spiegata soprattutto dal calo delle vendite di beni strumentali (-7,7%). Dal lato dell'import, si rilevano cali congiunturali per beni di consumo durevoli (-12,1%), non durevoli (-7,5%) e beni strumentali (-7,2%), mentre sono in aumento gli acquisti di energia (+5,4%) e beni intermedi (+2,1%).

Nel trimestre marzo-maggio 2021, rispetto ai tre mesi precedenti, l'export aumenta del 6,1%, per effetto soprattutto delle maggiori vendite di energia (+46,4%), beni strumentali (+7,3%) e beni intermedi (+5,1%). Nello stesso periodo, l'import registra un rialzo congiunturale molto più ampio (+13,9%), cui contribuiscono in particolare i forti aumenti degli acquisti di energia (+37,6%) e beni intermedi (+15,8%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: